Preghiera, Presenza e Patrocinio

Prayer Presence Advocacy
I nostri fratelli e le nostre sorelle perseguitati chiedono a gran voce le nostre preghiere, non solo per il loro personale conforto, ma anche per testimoniare la grazia e la fedeltà di Dio ad altri. Porte Aperte svolge un’attenta opera di informazione e sensibilizzazione nei paesi liberi, affinché i cristiani e le chiese di paesi come il nostro abbiano l’occasione di stare al fianco dei cristiani perseguitati attraverso la preghiera e i viaggi-incontro con gruppi che si recano in zone ostili per incoraggiare e pregare direttamente con chi vive la persecuzione.

Il nostro programma di Patrocinio dà la possibilità ai cristiani che hanno subito vessazioni, discriminazioni e violazioni dei diritti più elementari di cercare giustizia attraverso una tutela legale svolta in loco. Non è sempre facile, ma la missione si prefigge il compito di intervenire anche con un supporto legale ove sia necessario. A questo vanno aggiunte le petizioni, le campagne di sensibilizzazione e di lettere a cui tutti noi possiamo partecipare per cercare giustizia. 

Spesso la tentazione è quella di concentraci su noi stessi, senza andare troppo oltre la vita della nostra chiesa locale e questo perché conosciamo in modo più intimo i bisogni della nostra famiglia e della nostra chiesa. Siamo convinti, però, che i cristiani siano chiamati a essere membri attivi dell’intero corpo di Cristo, di tutta la Chiesa mondiale, fino alle estremità della terra.

Il nostro campo di missione è dunque ampio quanto la terra stessa... E altrettanto lo è la nostra famiglia cristiana! Se hai realizzato o realizzerai un viaggio missionario internazionale, te ne renderai conto tu stesso.

Noi siamo veramente una famiglia in Cristo ed è una gioia sapere che amiamo e serviamo lo stesso Dio! Ora con questa immagine bene in mente, facciamo un ulteriore passo ed esploriamo come occuparci dei membri di questa nostra grande famiglia.

Preghiera
Siamo soliti pregare regolarmente per tutti quelli che amiamo. Dobbiamo dunque pregare anche per la moglie del pastore che è stato assassinato perché predicava il Vangelo, è una nostra sorella, possiamo dunque fortificarla e incoraggiarla per mezzo delle nostre preghiere. Possiamo pregare per il giovane condannato ai campi di lavoro forzato perché trovato in possesso di una Bibbia: le nostre preghiere possono aiutarlo a continuare a sperare. Possiamo pregare per la giovane figlia cacciata dalla sua stessa famiglia a causa della sua scelta di seguire Cristo: possiamo chiedere a Dio che riceva amore e sia accolta dalla grande famiglia cristiana. La preghiera è sempre la prima richiesta che riceviamo dai nostri fratelli e dalle nostre sorelle perseguitati. Ecco qui un calendario di preghiera mensile.

Patrocinio
Se tu vedessi un membro della tua famiglia subire un trattamento profondamente ingiusto, non alzeresti forse la voce in suo favore? Specie poi se non fosse in grado di difendersi da solo? Spesso i cristiani perseguitati non hanno voce perché sono politicamente discriminati in quanto minoranza. Ma noi possiamo fare la differenza. Le petizioni, le campagne di sensibilizzazione e le lettere da inviare possono invertire questa tendenza all’ingiustizia. I governi che fingono di non vedere le ingiustizie o che intenzionalmente le promuovono, sapranno che il mondo intero li sta osservando e che le loro azioni avranno delle ripercussioni. Gli abusi generalmente vogliono essere taciuti, ma la nostra intenzione è di portarli alla luce del sole, anzi alla luce della verità affinché tutto il mondo veda e il ceto politico si senta obbligato a reagire. Visita la nostra pagina dedicata alle petizioni.

La Tua Chiesa
Per far fronte a queste situazioni occorre coinvolgere anche la tua chiesa. Anche Porte Aperte promuove la Giornata di Preghiera Internazionale per la Chiesa Perseguitata che è un evento annuale volto ad aumentare la consapevolezza e il coinvolgimento in preghiera intorno alla realtà della persecuzione. Sponsorizziamo un’attività per volontari che funzionano da ambasciatori per la Chiesa Perseguitata nella loro chiesa locale (di cui trovate maggiori dettagli nella pagina dedicata agli ambasciatori). L’unico modo per noi per essere efficaci come Chiesa è riconoscere che la nostra chiamata va oltre le quattro mura dove ci incontriamo la domenica mattina. Siamo componenti essenziali per la crescita del regno di Dio e siamo arruolati come fanteria nell’esercito del Signore su questa terra per parlare in favore della verità e dell’amore di Dio per tutto il mondo.