Nigeria
Leader
Presidente Maj. Gen. Muhammadu Buhari
Popolazione
200.962.000
Cristiani
93.791.000
Religione principale
cristianesimo 46.7%, islam 46.1%
Governo
Repubblica Presidenziale di tipo Federale

Livello di persecuzione

Violenza
16.7
Vita di chiesa
13
Vita civile
12.8
Vita sociale
13.5
Vita famiglia
11.9
Vita privata
12.2

Nigeria

Le donne e le ragazze cristiane sono a rischio di sequestri e matrimoni forzati. Quando i cristiani si ritrovano nei campi profughi tra gli sfollati, vengono discriminati in quanto il governo ripartisce gli aiuti a seconda della religione.

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione islamica.
  • Paranoia dittatoriale.
  • Corruzione e crimine organizzato.
  • Antagonismo etnico.

Perché i cristiani sono perseguitati in Nigeria?

Le forze che si sono mosse per convertire gradualmente la Nigeria all’islam ritrovano le loro origini all’inizio del 19° secolo ed ebbero un forte incremento nel 1999 quando gli stati del nord della nazione adottarono alcuni tratti della Sharia, arrivando ad avere un ulteriore slancio nel 2015, con l’elezione a presidente di Muhammadu Buhari.

Buhari ha fatto sì che i musulmani ricoprissero cariche importanti – difesa, polizia, immigrazione, e tante altre ancora tra cui quelle negli organi giudiziari. C’è pochissima trasparenza sugli atroci atti di violenza verso molti nigeriani, ma ancor di più verso i cristiani. L’impunità è all’ordine del giorno.

Dall’inizio dell’ascesa al potere dell’impudente partito islamista APC di Buhari, gli attacchi verso i cristiani sono stati ancor più feroci e più arditi. I cristiani non solo si ritrovano ad essere vittime degli attacchi di Boko Haram, ma adesso devono far fronte anche all’ISWAP – affiliato dello Stato Islamico – e ai pastori Fulani, musulmani. Il governo è stato ampiamente criticato per avere avuto un’inefficace risposta agli attacchi e ai sequestri attuati dai Fulani, e tutto questo ha portato alla violenza e alla devastazione delle comunità cristiane al centro del paese. La violenza tocca tutti i nigeriani, musulmani compresi, ma sono i cristiani a dover far fronte ad una minaccia esistenziale.

Per quale motivo la Nigeria ha cambiato la sua posizione all’interno della WWList?

Il paese non ha riscontrato alcun cambiamento

Com’è la vita per i cristiani in Nigeria?

In alcune regioni degli stati del nord sta aumentando il numero di cristiani che si vestono come i musulmani per rendere la loro fede meno riconoscibile, in maniera da ridurre le probabilità di attacchi. Ai giovani cristiani di questi stati viene spesso negato l’accesso all’istruzione superiore, inoltre ai cristiani è stato richiesto di rinunciare alla loro fede per avere un lavoro. Le richieste per costruire le chiese vengono ignorate.
Le donne e le ragazze cristiane sono a rischio di sequestri e matrimoni forzati. Quando i cristiani si ritrovano nei campi profughi tra gli sfollati, vengono discriminati in quanto il governo ripartisce gli aiuti a seconda della religione.

La situazione è ancor più grave per coloro che si sono convertiti al cristianesimo dall’islam. Costoro vengono infatti assistiti in luoghi segreti per paura di essere perseguitati o addirittura uccisi. Nel nord del paese devono spesso lasciare le loro case e addirittura lo stato in cui vivono. Tutto ciò accade molto di meno al sud, anche se qualche episodio si è riscontrato nel sud-est.

Citazioni

A 14 anni Ijanada è stata rapita durante l’attacco alla sua città. Dpodiché è stata resa schiava e, a un certo punto, sposata. E’ rimasta incinta e ha avuto un figlio. Una notte del 2018, quando Ijanada era incinta di due mesi della figlia, è scappata ed è riuscita a ricongiungersi con i genitori, ma la comunità non fu gentile con lei, tanto da deriderla e da tenere le distanze dai suoi figli. Il programma di soccorso traumatologico di Porte Aperte l’ha aiutata a liberarsi dall’amarezza causata da tutto ciò che ha dovuto affrontare.

“Non avevo capito l’importanza del perdono, ma ora sì, e ho lasciato andare tutti quei sentimenti… Volevo ringraziare tutti coloro che hanno promosso questo programma. Dio continui a tenere le porte aperte per voi e continui a conferirvi la saggezza per tendere la mano ad altre persone.”

Come aiuta Porte Aperte i cristiani in Nigeria?

Porte Aperte si è impegnata in Nigeria fin dall’inizio del 1990. La nostra idea in Nigeria è quella di una comunità cristiana che comprenda veramente le sofferenze e che sappia rispondervi biblicamente, che sia in grado di fornire assistenza spirituale ai bambini, maggior stabilità economica nelle chiese delle zone rurali, un adeguato supporto spirituale e pratico ai nuovi fedeli, facendo crescere i pastori per renderli leader servitori. Una comunità cristiana che fornisca maggiore attenzione alla persecuzione dei cristiani, un adeguato soccorso traumatologico per i perseguitati e un pertinente supporto alle comunità cristiane colpite da attacchi mirati. I nostri programmi includono:

  • Formazione sulla prevenzione della persecuzione.
  • Offrire equipaggiamento nell’istruzione cristiana.
  • Diversi programmi ministeriali.
  • Formazione per assistenza e discepolato dei nuovi fedeli.
  • Programmi di sviluppo sulla guida dei ministri.
  • Assistenza legale per cristiani e comunità cristiane perseguitate/i.
  • Consulenza e formazione per traumi.
  • Aiuti di emergenza.

Come pregare per la nazione

Pregate affinché i cristiani ricevano una grazia straordinaria mentre si trovano ad affrontare la costante minaccia della violenza.

Pregate affinché i cristiani resistano alle pressioni che li vorrebbero fare rinunciare alla loro fede e che possano rispondere alle difficoltà in modo da glorificare Cristo.
La violenza spesso porta con sé morte, lesioni fisiche ma anche perdite delle proprietà. Pertanto i cristiani possono sia perdere i loro terreni/beni sia i loro sostentamenti. Pregate per coloro che affrontano gli effetti delle violenza nei loro confronti.

Pregate affinché il Signore provveda ai loro bisogni fisici e spirituali.

GALLERY

Nigeria 01
Nigeria 02
Nigeria 03
Nigeria 04
Nigeria 05
Nigeria 06