Periodo preso in esame:

1 novembre 2016
31 ottobre 2017

Posizione nella WWL:

WWL 2018
Punti: 62 / Posizione: 33
WWL 2017
Punti: 61 / Posizione: 30
WWL 2016
Punti: 56 / Posizione: 38

Dati Generali

Leader: Jigme Khesar Namgyel Wangchuck
Popolazione: 793.000
Cristiani: 20.000
Religione Principle: Buddismo Mahayana
Governo: Monarchia

Da dove viene la persecuzione

Nel loro impegno a mantenere l’identità e l’unità nazionale, le autorità governative sopprimono o eliminano elementi ‘esterni’, ed è proprio così che il cristianesimo viene percepito. Il governo ritiene che il sistema di credo buddista sia un patrimonio nazionale in gestione al paese. La fusione delle credenze etniche con il buddismo ha causato la persecuzione dei cristiani da parte dei buddisti (e a volte perfino da parte dei leader indù). Questo vale specialmente per i cristiani della zona centrale e orientale del paese. Per i convertiti, i membri della famiglia sono un’altra dura fonte di persecuzione.

Qual è l’impatto sui cristiani?

Il buddismo (mescolato in parte con le tradizioni religiose) viene considerato patrimonio nazionale e quindi tutti gli abitanti del Bhutan sono tenuti a seguire il buddismo. In ogni caso, i cristiani ex-buddisti sono guardati con sospetto, ma nella maggior parte dei casi faranno di tutto per farli tornare alla loro vecchia religione. I capi religiosi, la comunità e la famiglia spesso collaborano a questo scopo. Le autorità locali spesso rifiutano ai cristiani un “nulla osta” (o ne rendono molto difficile l’ottenimento). Questo certificato è necessario per richieste di prestito, per registrare le proprietà, per candidarsi a una posizione lavorativa e per il rinnovo della carta d’identità.

Nessuna chiesa viene riconosciuta ufficialmente dallo stato. Si è dibattuto sul possibile riconoscimento di alcuni gruppi, ma non si sono ancora ottenuti risultati su questo fronte. Ciò sta a significare che tecnicamente, i cristiani adorano Dio illegalmente; il battesimo non può essere tenuto in pubblico e la sepoltura dei cristiani spesso viene vietata.

Esempi

  • Nonostante il suo buon rendimento agli esami, una giovane studentessa è stata costretta a ripetere il suo ultimo anno di scuola esclusivamente perché era risaputo che di trattava di una cristiana.
  • Due comunità familiari sono state costrette a sospendere le riunioni e cessare ogni attività dopo aver ricevuto avvertimenti e minacce da parte delle autorità. (Per motivi di sicurezza, le informazioni sui luoghi e il periodo in cui sono avvenuti non vengono diffuse.)
  • Una delle tradizioni degli agricoltori in Bhutan è la semina e la raccolta effettuata dall’intera comunità, dove diversi agricoltori condividono il carico di lavoro e si aiutano reciprocamente. Gli agricoltori cristiani sono solitamente esclusi da questa pratica.

Come Porte Aperte aiuta la Chiesa in Bhutan

Porte Aperte/Open Doors rafforza la Chiesa in Bhutan per mezzo di collaborazioni con ministeri e chiese locali.

Porte Aperte/Open Doors fornisce soccorso immediato ai cristiani in Bhutan quando si trovano in prigione, allontanati dalle famiglie, privati di mezzi di sussistenza e del lavoro a causa della loro fede in Cristo. Fortifichiamo la Chiesa perseguitata in Bhutan anche per mezzo di:

  • Patrocinio e sensibilizzazione
  • Formazione per preparare alla persecuzione (Resistere nella tempesta/SSTS)
  • Distribuzione di Bibbie e libri cristiani
  • Sostegno in preghiera
  • Discepolato
  • Alfabetizzazione

Come il corpo di Cristo può pregare per il Bhutan

  • Pregate per i credenti che violano la legge anti-conversione, abbandonando la fede buddista. Pregate affinché la persecuzione ottenga l’effetto di unire e fortificare i cristiani in Bhutan.
  • Il buddismo rappresenta da secoli l’eredità spirituale del Bhutan, sancito dalla sua costituzione. Con manovre buracratiche i cristiani continuano a essere estromessi e perseguitati. Pregate affinché diminuisca l’oppressione dei cristiani nel paese.
  • Pregate per i cristiani ex-buddisti, oppressi dalle loro famiglie, amici e vicini per indurli a rinunciare alla loro fede in Cristo. Pregate affinché siano fortificati davanti a tanta oppressione. Pregate affinché si ammorbidiscano i cuori dei loro persecutori e diventino ricettivi al Vangelo.