Periodo preso in esame:

1 novembre 2018
31 ottobre 2019

Posizione nella WWL:

WWL 2020
Punti: 60 / Posizione: 48
WWL 2019
Punti: – / Posizione: –
WWL 2018
Punti: – / Posizione: –

Dati Generali

Leader: Presidente Paul Biya
Popolazione: 25.313.000
Cristiani: 15.415.000
Religione Principle: Cristianesimo
Governo: Repubblica Presidenziale

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione islamica.
  • Paranoia dittatoriale.
  • Corruzione e crimine organizzato.
  • Antagonismo etnico.
  • Protezionismo confessionale.

Perché i cristiani sono perseguitati in Camerun?

Negli ultimi anni il gruppo islamista Boko Haram ha condotto una serie di attacchi nel nord del Camerun. Nelle zone del Paese prevalentemente musulmane si sta verificando il fenomeno della radicalizzazione. Le attività dei cristiani sono state ostacolate o disturbate nelle aree in cui Boko Haram è stato attivo. A causa dello sfollamento delle persone, in quelle parti del Paese, le chiese non sono state in grado di funzionare normalmente. In altre aree, le ordinanze restrittive del governo in materia di sicurezza hanno posto pesanti limitazioni alle attività delle chiese.

Per quale motivo il Camerun ha cambiato posizione, all’interno della WWList?

Una combinazione di fattori ha portato il Camerun nella World Watch List:

  • Boko Haram ha intensificato attacchi, infiltrazioni e reclutamento di jihadisti nel Paese.
  • La crisi nella regione anglofona ha reso i cristiani vulnerabili alle diverse fazioni: se criticano le atrocità, vanno incontro a intimidazioni e attacchi da parte del governo e dei separatisti.
  • Il governo si è rifiutato di consentire ad alcuni gruppi cristiani di instaurare una presenza nel Paese.
  • Alcune denominazioni cristiane creano difficoltà ad alri cristiani perché ritengono che l’aumento del numero di chiese non tradizionali possa essere una minaccia.
  • La corruzione dilagante ha gravemente indebolito la sicurezza e lo stato di diritto in molti settori.

Com’è la vita per i cristiani in Camerun?

I musulmani sono gravemente ostacolati se vogliono convertirsi al cristianesimo e i convertiti sono minacciati quando vengono trovati in possesso di Bibbie o altri libri cristiani. Condividere la loro fede cristiana, anche con i membri della famiglia, li espone a gravi rischi.

La parte settentrionale del paese è particolarmente difficile. Ci sono stati casi di bambini cristiani costretti da parenti non cristiani a frequentare le lezioni islamiche. Le donne che si convertono al cristianesimo possono essere costrette a sposarsi con non cristiani e ad affrontare il pericolo di rapimento da parte di Boko Haram.

Citazioni

Haoua:
“Mi piacciono molto queste cartoline. Quando le leggo, mi confortano … mi rendono felice … tutti i versetti della Bibbia, anche quelli scritti in inglese, o spagnolo, o … una lingua che non posso leggere, li scrivo in un libro. Ecco il libro. Questi sono tutti i versetti che ho scritto, alcuni a matita, altri a penna”.

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Camerun?

Porte Aperte è stata coinvolta in Camerun per molti anni con la presentazione di seminari di sensibilizzazione. Dal 2008 l’attenzione si è concentrata maggiormente sulla ricerca e sulla preparazione dei cristiani perseguitati. Il nostro obiettivo per il Camerun è che i cristiani abla no una maggiore comprensione della persecuzione e siano in grado di rispondervi biblicamente, che siano adeguatamente disciplinati, che abbiano sempre più una visione biblica del mondo relativamente all’economia, che condividano il Vangelo con i non credenti e si prendano cura dei nuovi credenti, mentre i loro pastori crescano come leader/servitori.

I nostri programmi includono:

  1. Preparazione alla persecuzione.
  2. Formazione al discepolato.
  3. Responsabilizzazione economica.
  4. Potenziamento del ministero per i nuovi credenti.
  5. Sviluppo della leadership e dell’unità della Chiesa.

Come pregare per la nazione

Sospetti militanti di Boko Haram hanno attaccato il villaggio di Gossi, nell’estremo nord del Camerun l’11 e 12 maggio 2019. Nonostante non si sono contate vittime, gli aggressori sono riusciti a causare gravi danni alle proprietà della maggioranza cristiana già demoralizzata.

Il responsabile di una chiesa ha riportato: “La gente sopporta, ma non è facile. Gli aggressori hanno saccheggiato molte proprietà. Sono persino tornati questa mattina presto e hanno sparato. Prima di ritirarsi, esprimendosi nella lingua locale di Gossi e in quella degli Hausa, hanno minacciato di tornare. In una situazione del genere, molte persone si sentono prive di coraggio. Per favore, pregate per noi! Abbiamo bisogno delle vostre preghiere, perché per mezzo di esse potremo essere risollevati”.

 

  • Pregate affinché Dio smascheri le persone che ci stanno facendo del male. All’inizio operavano in maniera furtiva mentre oggi sono sempre più audaci.
  • Pregate affinché le forze governative possano difenderci.
  • Pregate per noi, responsabili delle comunità cristiane.
  • Per favore, continuate a mettere nelle mani di Dio il popolo di questa parte dell’estremo nord del Camerun.
  • Pregate affinché il Signore incoraggi e rafforzi il popolo.