Periodo preso in esame:

1 novembre 2017
31 ottobre 2018

Posizione nella WWL:

WWL 2019
Punti: 58 / Posizione: 47
WWL 2018
Punti: 56 / Posizione: 49
WWL 2017
Punti: 53 / Posizione: 50

Dati Generali

Leader: Iván Duque Márquez
Popolazione: 49.500.000
Cristiani: 47.000.000
Religione Principale: Cattolicesimo romano
Governo: Repubblica presidenziale

Quali sono le cause di persecuzione prevalenti?

  • Antagonismo etnico: secondo il Dipartimento Amministrativo Nazionale di Statistica (2005), circa il 3,4% della popolazione colombiana si considera indigena. Laddove i membri delle comunità indigene si sono convertiti al cristianesimo e hanno abbandonato i culti sincretici locali, questi vengono violentemente perseguitati.
  • Corruzione e crimine organizzato: la mancata tutela da parte dello Stato nelle regioni più dimenticate del paese, incentiva la presenza di organizzazioni criminali coinvolte nel traffico di droga, estorsioni e omicidi, dei quali i cristiani sono spesso vittime.
  • Intolleranza secolare: nonostante il cristianesimo (soprattutto quello protestante) eserciti una grossa influenza sulla situazione politica attuale, le forze di governo stanno cercando di estromettere la religione dalla gestione degli affari pubblici e di promuovere valori in netto contrasto con la fede cristiana (per es. il programma LGBT).

Chi provoca la persecuzione?

I principali responsabili delle persecuzioni sono i capi delle organizzazioni criminali e i guerriglieri dissidenti. Essi godono spesso dell’impunità a causa della corruzione delle autorità locali. Allo stesso modo, i trafficanti di droga e le organizzazioni criminali spingono i funzionari di governo ad agire contro i gruppi cristiani che si oppongono in maniera deliberata alle loro azioni illegali. Inoltre, nelle comunità indigene, i cui capi pensano che i cristiani vogliano imporre i loro punti di vista e conquistare i loro territori, i credenti subiranno persecuzioni (appoggiate dalle autorità locali e municipali). Infine, i partiti politici, i comuni cittadini e le lobby, rifiutano le ingerenze religiose e cercano di mettere in atto politiche che si oppongano ai principi cristiani.

Quali conseguenze produce la persecuzione?

I capi cristiani subiscono minacce, persecuzioni, estorsioni o vengono addirittura uccisi dalla violenza perpetrata dai guerriglieri o da altre organizzazioni criminali. In alcuni casi, questa violenza è la conseguenza diretta dell’opera di evangelizzazione svolta dalla Chiesa tra i giovani e gli ex componenti delle gang criminali. A seguito della diffusa intolleranza secolare, i valori religiosi sono criticati e i cristiani vengono fatti oggetto di scherno quando tentano di intervenire nei dibattiti pubblici (soprattutto quelli riguardanti l’identità sessuale, il matrimonio e l’aborto). Infine, le misure attuate contro gli indigeni convertiti al cristianesimo e le loro famiglie o contro i missionari includono il carcere, i maltrattamenti fisici e la confisca dei beni.

Come Porte Aperte aiuta la Chiesa in Colombia?

Porte Aperte/Open Doors rafforza la Chiesa perseguitata in Colombia per mezzo delle seguenti attività:

  • Distribuzione e sviluppo di materiale per la formazione biblica
  • Costruzione di scuole per la comunità cristiana indigena e istruzione
  • Soccorso immediato ai cristiani perseguitati

Come il corpo di Cristo può pregare per la Colombia?

  • Formalmente la Colombia è un paese moderno e democratico dove viene garantita la libertà religiosa. Tuttavia ampie zone del paese sono sotto il controllo di organizzazioni criminali, cartelli della droga, rivoluzionari e gruppi paramilitari. I cristiani rimangono molto vulnerabili in questo ambiente ostile, pregate per la guarigione e la pace nel paese.
  • Pregate per la pace e la speranza nei cuori dei cristiani che sono minacciati da guerriglieri e gruppi criminali. Pregate affinché rimangano saldi nella persecuzione.
  • Pregate affinché il Signore conforti i cristiani che hanno visto assassinare i propri familiari a causa della loro fede. Pregate affinché per mezzo della grazia di Cristo riescano a perdonare i loro persecutori.