Open Doors/Porte Aperte opera in oltre 60 paesi, fornendo supporto materiale, soccorsi di emergenza, Bibbie, formazione e assistenza, ai cristiani che soffrono a causa della loro fede. In Italia, Porte Aperte sensibilizza sulla persecuzione globale, mobilita preghiera, supporto pratico e azione tra i cristiani.

Alcuni decenni fa il fondatore di questa missione Fratello Andrea iniziò la sua attività di sostegno dei cristiani oltre la Cortina di Ferro. In uno di questi suoi avventurosi viaggi, un responsabile di chiesa gli disse: “…Grazie per essere qui con noi. Anche se tu non dicessi una sola parola, il semplice fatto di essere qui con noi vale tantissimo…”.

Da quel “semplice esserci”, l’operato di Porte Aperte si è espanso abbracciando molti campi, riassumibili nelle seguenti aree:

Distribuzione di Bibbie e libri cristiani
Condividere l’amore di Dio significa anche portare la Sua Parola

La nostra missione continua a provvedere ai cristiani perseguitati Bibbie, commentari, materiale evangelistico e didattico, innari e altri libri cristiani.

“Se non fosse per voi, non avremmo potuto distribuire delle Bibbie. Siete davvero al nostro fianco per sostenere la crescita della chiesa qui”, afferma Judah, un distributore di Bibbie supportato da Porte Aperte che ha lavorato per anni nella Penisola Araba, una regione dove l’importazione e distribuzione di Bibbie è proibita (oltre la copia personale).

Nel 2016, per esempio, Open Doors ha consegnato oltre 2.5 milioni di Bibbie, Vangeli, Bibbie per bambini, materiale didattico e altri libri cristiani richiesti dalla Chiesa perseguitata in quasi 50 paesi. La Parola di Dio è vitale per la crescita spirituale. Senza la guida della Parola di Dio, i nuovi credenti affrontano opprimenti pressioni culturali lottando senza un mezzo così importante per la crescita spirituale di un cristiano.

Per dare una giusta prospettiva di ciò che accade in alcuni paesi, vi basti sapere che le Bibbie sono così scarse in alcune zone che le comunità cristiane familiari condividono una sola copia della Bibbia, a volte anche solo dei frammenti di essa. I cristiani perseguitati hanno bisogno di Bibbie e di libri cristiani come parte essenziale della loro crescita spirituale. Il conforto della Parola di Dio mette i nostri fratelli e le nostre sorelle in grado di perdonare i loro oppressori e di raggiungere i loro vicini ostili con il messaggio dell’amore di Dio.

Gesù ha pregato per i Suoi discepoli all’approssimarsi della Sua crocifissione. Sapendo ciò che il futuro avrebbe riservato ai cristiani, Gesù pregò il Padre: “Santificali nella verità; la Tua Parola è verità” (Vangelo di Giovanni cap 17, verso 17).

Seminari-Corsi di Supporto e di Leadership

Nel 2016 più di 1 milione di cristiani sono stati formati attraverso i nostri programmi e seminari, che vanno da corsi di teologia molto intensi a brevi seminari allo scopo di edificare e incoraggiare i cristiani perseguitati.

Nel corso degli anni Porte Aperte ha consolidato il suo operato nel campo della formazione. La formazione si è confermata come il miglior metodo di incoraggiamento e di sostegno per pastori e responsabili di chiesa, capace di dare loro strumenti e risorse per la fondazione e lo sviluppo di chiese locali forti e sane, e dimostrandosi nel tempo un mezzo imprescindibile per lo sviluppo a lungo termine di intere comunità cristiane in luoghi ove la persecuzione è reale. Aiutiamo questi coraggiosi credenti nello studio e nell’insegnamento della Bibbia, affinché i membri delle loro comunità siano resi coraggiosi dalla verità.

La sconvolgente realtà è che meno del 10% dei responsabili cristiani della Chiesa perseguitata ha ricevuto una qualche forma di istruzione teologica. A questi responsabili di chiesa, già spossati dalle molte responsabilità, vogliamo offrire la possibilità di partecipare a corsi di formazione adatti alle restrizioni che affrontano.

E’ la nostra passione continuare a provvedere alla crescita della Chiesa in tutto il mondo attraverso la necessaria formazione che le permette di resistere alla persecuzione.

Durante questi seminari i partecipanti approfondiscono temi molto importanti per la loro attività pastorale e di guide nelle comunità. Porte Aperte ha ideato dei seminari di preparazione alla persecuzione, proprio per coloro che sono chiamati a servire Dio in paesi dove la essa è reale.

Supporto alle vittime di violenza e disastri umanitari

Porte Aperte porta supporto pratico a vedove, orfani e a sfollati a causa di violenze o disastri umanitari. Siamo dunque attivi in emergenze particolari come quella del 2017 nel nord-est della Nigeria, o in Medio Oriente a causa dell’ISIS. Il nostro focus è sempre quello di soccorrere la comunità cristiana laddove sia lasciata a se stessa, con l’obiettivo di permetterle di rimanere nel loro paese e portare il messaggio di pace, perdono, amore del Vangelo.

Migliaia di famiglie (oltre 25.000) in Siria ed Iraq hanno ricevuto il nostro aiuto nel corso dell’emergenza causata dall’ISIS.

Preghiera, Presenza e Patrocinio

I nostri fratelli e le nostre sorelle perseguitati chiedono a gran voce le nostre preghiere, non solo per il loro personale conforto, ma anche per testimoniare la grazia e la fedeltà di Dio ad altri. Porte Aperte svolge un’attenta opera di informazione e sensibilizzazione nei paesi liberi, affinché i cristiani e le chiese di paesi come il nostro abbiano l’occasione di stare al fianco dei cristiani perseguitati attraverso la preghiera e i viaggi-incontro con gruppi che si recano in zone ostili per incoraggiare e pregare direttamente con chi vive la persecuzione. Partecipiamo attivamente alle Giornate Internazionali di preghiera per la Chiesa perseguitata (LINK A IDOP).

Il nostro programma di Patrocinio dà la possibilità ai cristiani che hanno subito vessazioni, discriminazioni e violazioni dei diritti più elementari di cercare giustizia attraverso una tutela legale svolta in loco. Non è sempre facile, ma la missione si prefigge il compito di intervenire anche con un supporto legale ove sia necessario. A questo vanno aggiunte le petizioni, le campagne di sensibilizzazione e di lettere a cui tutti noi possiamo partecipare per cercare giustizia.

Spesso la tentazione è quella di concentraci su noi stessi, senza andare troppo oltre la vita della nostra chiesa locale e questo perché conosciamo in modo più intimo i bisogni della nostra famiglia e della nostra chiesa. Siamo convinti, però, che i cristiani siano chiamati a essere membri attivi dell’intero corpo di Cristo, di tutta la Chiesa mondiale, fino alle estremità della terra.

Il nostro campo di missione è dunque ampio quanto la terra stessa… E altrettanto lo è la nostra famiglia cristiana! Se hai realizzato o realizzerai un viaggio missionario internazionale, te ne renderai conto tu stesso.

“Se un membro soffre, tutte le membra soffrono con lui; se un membro è onorato, tutte le membra ne gioiscono con lui”
(1 Corinzi 12:26).

Programmi di Sviluppo Socio-Economico

I cristiani perseguitati vengono regolarmente licenziati dal posto di lavoro quando dichiarano la loro fede in Cristo e subiscono discriminazioni di vario genere (a volte viene loro impedito persino di presentare una semplice domanda di lavoro). Porte Aperte è impegnata a portare un aiuto tangibile a quanti non godono delle nostre libertà.

Per continuare a brillare come luci nelle loro comunità, i cristiani perseguitati devono per lo meno essere in grado di vivere e lavorare in questi ambienti. Tuttavia, spesso sono costretti ai margini della società; le loro opportunità di lavoro e d’istruzione dunque sono minime e di frequente la fuga in paesi occidentali come il nostro diviene l’unica opzione possibile per sopravvivere. Porte Aperte è impegnata a rendere disponibili le necessarie risorse commerciali (micro-credito), la formazione professionale e l’istruzione tali da consentire alle comunità cristiane di rimanere nel loro contesto e di influenzarlo positivamente condividendo l’amore di Cristo.

Nel 2016 Porte Aperte ha aiutato più di 220.000 persone nello sviluppo della loro professionalità, cosa che ha permesso loro di mantenere se stessi e le famiglie, favorendo lo sviluppo socio-economico della comunità cristiana locale in un ambito dove i credenti vengono considerati cittadini di seconda classe e, a causa delle pesanti discriminazioni, affrontano ingenti difficoltà economiche.
Nei paesi musulmani, inoltre, dove le donne cristiane subiscono gravissime discriminazioni e non riescono ad accedere a reali opportunità lavorative, Porte Aperte offre loro speranza con corsi di formazione professionale e risorse didattiche che mettono in grado queste donne di aiutare le loro famiglie a sopravvivere in mezzo all’oppressione.

Mobilitare e servire la Chiesa italiana
Amiamo la chiesa, perseguitata e libera, in ogni sua forma. Siamo grati a tutte quelle chiese in Italia che aprono le loro porte alla nostra missione e siamo convinti che il messaggio della Chiesa perseguita sia edificante e uno sprone per i credenti che le compongono.

In tutti questi anni abbiamo constatato come il messaggio missionario e della Chiesa perseguitata, fortemente legato a concetti come perseveranza, amore, perdono, speranza e fede, abbia aiutato noi stessi e le comunità cristiane a crescere nella fede in Dio.

Il nostro network di speaker e di ambasciatori volontari sensibilizzano le comunità in tutto il territorio italiano. Le nostre pubblicazioni creano consapevolezza e avvicinano i cristiani perseguitati a quelli italiani. Siamo profondamente grati a tutti coloro che ci seguono e sostengono, persino nei social, diffondendo le nostre info e chiamando all’azione altri.

Se volete contattarci per una presentazione nella vostra comunità, scrivete a: info@porteaperteitalia.org chiedendo una visita di un nostro rappresentante.

Conferenze, report e contatti con Media
Partecipiamo a e organizziamo conferenze sulla tematica dei perseguitati. Grazie alla World Watch List, siamo conosciuti dai media nazionali, ai quali forniamo info attendibili e certificate sulla condizione dei cristiani nel mondo.

Se volete contattarci per una conferenza, un report sulla persecuzione in un paese o su un aspetto particolare della persecuzione, scrivete a: info@porteaperteitalia.org

Visitate le nostre sezioni PRESS e FAKE NEWS.