Periodo preso in esame:

1 novembre 2016 – 31 ottobre 2017

Posizione nella WWL:

WWL 2018 Punti: 62 / Posizione: 29
WWL 2017 Punti: 64 / Posizione: 22
WWL 2016 Punti: 67 / Posizione: 18

Dati Generali

Leader: Mulatu Teshome
Popolazione: 104.345.000
Cristiani: 61.956.000
Religione Principle: Cristianesimo/Islam
Governo: Repubblica Federale

Da dove viene la persecuzione

In Etiopia, per i cristiani la situazione è spesso complessa a causa delle diverse tipologie di persecuzione che si sovrappongono: 1) I regolamenti governativi limitano la libertà di religione. 2) In alcune parti del paese i musulmani conservatori attivano diverse sfide, soprattutto verso coloro che si sono convertiti al cristianesimo. 3) Il secolarismo sta causando diverse difficoltà ai cristiani. In tal senso, un osservatore del paese ha dichiarato: “Il divieto di trasmettere programmi per scopi religiosi e il divieto di attività religiose all’interno delle istituzioni educative, limita la libertà di culto e la libertà di insegnare e predicare la propria religione.” 4) Nelle aree dominate dalla Chiesa Ortodossa Etiope (EOC), coloro che aderiscono a diverse forme di cristianesimo affrontano la persecuzione dai familiari, dalla comunità e dagli ufficiali governativi se questi sono membri della EOC. Pertanto, all’interno della stessa nazione, è possibile che coloro che sono perseguitati possano a loro volta diventare persecutori.

Qual è l’impatto sui cristiani?

In Etiopia tutte le comunità cristiane subiscono persecuzioni, anche se alcune denominazioni più di altre. Gli arresti sono comuni nel paese. I cristiani non-tradizionali affrontano una più aspra persecuzione, sia da parte del governo che dalla Chiesa Ortodossa Etiope. I cristiani ex-musulmani (in special modo nella parte orientale e sud orientale del paese) e i cristiani ex-ortodossi che frequentano altre denominazioni, affrontano seri maltrattamenti da parte delle loro famiglie e comunità. In alcune aree, ai cristiani è proibito accedere alle risorse comunitarie e/o vengono ostracizzati dalla società. In alcuni luoghi, le chiese vengono attaccate da intere folle.

Esempi

  • Il 16 luglio 2017 una folla, composta da musulmani in Hirna – città rurale a 400 km ad est di Addis Abeba, ha attaccato il locale della Chiesa del Pieno Evangelo, danneggiando in parte il tetto ed un muro, per poi aggredire con un machete un cristiano di 27 anni in casa propria. La folla stava manifestando la propria rabbia per le attività evangelistiche svolte nella zona.
  • Nel periodo preso in esame dalla WWList 2018 si sono registrati violenti incidenti contro i cristiani inclusi: detenzioni, attacchi psicologici, 3 omicidi e danni ad attività economiche.
  • Nell’aprile 2017, è stato riportato che la Regione del Tigré, nella parte settentrionale del paese, stia prendendo in esame l’adozione di una nuova legge che vieterebbe ai cristiani di evangelizzare all’esterno dei comprensori delle chiese e renderebbe più difficoltoso ai cristiani non appartenenti alla chiesa ortodossa di possedere proprie chiese e persino di svolgere culti in casa.

Come Porte Aperte aiuta la Chiesa in Etiopia

Porte Aperte/Open Doors opera in Etiopia dalla fine degli anni 80 per mezzo di collaborazioni con chiese locali. Si concentra sulla formazione dei credenti per la guida delle chiese locali, l’evangelizzazione e il discepolato dei nuovi convertiti. Sosteniamo la Chiesa anche per mezzo della cura dei traumi, conseguenti alla persecuzioni subita.

  • Preparazione alla persecuzione
  • Mezzi di sussistenza
  • Formazione e supporto per l’evangelizzazione interculturale
  • Formazione nell’amministrazione per responsabili di chiesa
  • Formazione e discepolato teologico

Come il corpo di Cristo può pregare per l’Etiopia

  • Il governo teme che i leader religiosi possano portare a un cambio di governo e ha ristretto le aree dove le istituzioni religiose possono impegnarsi. Pregate per una maggiore libertà per la Chiesa. Pregate affinché Dio riveli la verità al governo etiope.
  • Pregate per l’unità della Chiesa. Purtroppo le denominazioni sono molto divise, pregate perché la Chiesa che confessa Cristo, in Etiopia, sia riformata.
  • La persecuzione è frequente nella sfera della vita comunitaria e familiare. In molti casi ai cristiani è stato negato l’accesso alle risorse comunitarie e vengono discriminati nella ricerca del lavoro. Pregate che il Signore provveda per la Chiesa perseguitata in Etiopia.
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA