Video realizzato nel 2015 in occasione dei 60 anni di Open Doors

 

1955 INTREPIDI INIZI: Fratello Andrea per la prima volta porta Bibbie nell’Europa dell’Est.

1956 AL VOLANTE DEL MAGGIOLINO: Il primo di una lunga serie di viaggi verso l’Unione Sovietica a bordo del Maggiolino blu di Fratello Andrea contrabbandando Bibbie.

1955-78 GLI ANNI DELL’ESPANSIONE: Porte Aperte espande la sua rete in tutta l’Europa dell’Est e l’Unione Sovietica portando Bibbie e incoraggiamento ai cristiani perseguitati.

1967 PUBBLICAZIONE DE: ‘IL CONTRABBANDIERE DI DIO’: La biografia di Fratello Andrea diventa uno dei libri cristiani più venduti di tutti i tempi.

1978 IL LAVORO IN MEDIO ORIENTE: Iniziano i primi contatti con le chiese del Medio Oriente.

1981 PROGETTO PERLA: Un milione di Bibbie sbarcano su una spiaggia in Cina in una sola notte. La rivista “Time Magazine” la definisce “una spedizione impavida”.

1982 LANCIO DELLA CAMPAGNA DI PREGHIERA: Porte Aperte organizza 7 anni di preghiera per il blocco comunista. Si concludono con la caduta del muro di Berlino nel 1989. L’intera regione si apre al Vangelo e i prigionieri cristiani vengono rilasciati!

1985 PROGETTO FUOCO INCROCIATO: 5 milioni di libri vengono distribuiti in America Latina e migliaia di giovani ricevono una preparazione cristiana.

1989 OBIETTIVO UN MILIONE: Porte Aperte consegna ufficialmente un milione di Nuovi Testamenti alla Russia.

1992 BIBBIA DI STUDIO CINESE: Stampata e distribuita ai responsabili delle comunità familiari e agli evangelisti.

1993 BIBBIE PER L’ALBANIA: Fratello Andrea consegna al presidente dell’Albania la prima Bibbia completa in albanese. L’Albania era, secondo la sua costituzione, il primo stato ateo del mondo!

1994 BIBBIA RACCONTATA PER BAMBINI IN CINESE consegna della prima edizione.

1996 BIBBIA DI STUDIO AGAPE in spagnolo stampata e distribuita in America Latina.

1997 RICONOSCIMENTO PER LA LIBERTA’ RELIGIOSA: L’Alleanza Evangelica Mondiale consegna a Fratello Andrea il riconoscimento internazionale per la Libertà Religiosa.

1997 RESISTERE NELLA TEMPESTA: Porte Aperte lancia il suo programma formativo per cristiani che vivono nella persecuzione

1998 OPERAZIONE PANE QUOTIDIANO: Porte Aperte lancia il suo primo progetto di aiuti umanitari: cibo e generi di prima necessità vengono spediti nelle aree più remote del Sudan meridionale messo in ginocchio dalla guerra civile.

1999 ALIMENTARE IL RISVEGLIO: Porte Aperte consegna più di 2 milioni di Bibbie e materiali per lo studio biblico ai cristiani cinesi. Oltre 10.000 Bibbie vengono contrabbandate in Corea del Nord.

2003 CUORE PER IRAQ: Porte Aperte lancia l’iniziativa “Un cuore per l’Iraq” per fornire Bibbie, libri e generi alimentari e portare incoraggiamento alla martoriata Chiesa in Iraq.

2005 50° ANNIVERSARIO: Porte Aperte celebra il suo 50° anniversario.

2008 CREDENTI NASCOSTI: Esce il libro “Credenti Nascosti” che attira l’attenzione sulla “Chiesa invisibile”. Parte così la campagna Credenti Nascosti, dedicata a coloro che sono costretti a vivere la loro fede nel segreto.

2010 CAMPAGNA “FREE TO BELIEVE”: Viene avviata una raccolta di firme in tutto il mondo. 428.000 firme vengono presentate all’ONU per fermare una risoluzione iniqua che permette a governi islamici di perseguitare i cristiani. L’iniziativa ha successo, la risoluzione non passa.

2011 BAMBINI NASCOSTI: In molte nazioni i bambini pagano un prezzo molto alto per le loro scelte cristiane o per quelle dei genitori. Attraverso questa campagna Porte Aperte dà loro voce.

2013 SAVE SYRIA: Lancio del programma di aiuti di primo soccorso in risposta alla guerra civile in Siria.

2014 EMERGENZA MEDIO ORIENTE: escalation dello Stato Islamico e migliaia di famiglie vengono aiutate attraverso un altro progetto di distribuzione di viveri.

2015 60° ANNIVERSARIO: Porte Aperte raggiunge ormai oltre 60 paesi dove esiste la persecuzione.

2017 HOPE FOR MIDDLE EAST: Petizione per il Medio Oriente, consegnate 808.172 firme raccolte da oltre 143 paesi al Segretario delle Nazioni Unite, per attirare l’attenzione della diplomazia mondiale sulla condizione dei cristiani in Siria ed Iraq.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA