Periodo preso in esame:

1 novembre 2018
31 ottobre 2019

Posizione nella WWL:

WWL 2020
Punti: 72 / Posizione: 20
WWL 2019
Punti: 71 / Posizione: 19
WWL 2018
Punti: 67 / Posizione: 20

Dati Generali

Leader: Presidente Bounnyang Vorachit
Popolazione: 7.064.000
Cristiani: 227.000
Religione Principle: Buddismo
Governo: Stato comunista

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione comunista e post-comunista.
  • Paranoia dittatoriale.
  • Protezionismo confessionale.

Perché i cristiani sono perseguitati nel Laos?

Le autorità comuniste monitorano pesantemente e controllano tutte le attività religiose, incluse quelle delle chiese registrate. Il 75% di tutte le congregazioni evangeliche approvate dal governo del Laos non hanno luoghi di culto permanenti e conducono i loro incontri nelle case.

Le autorità stanno mettendo nova enfasi sui valori comunisti, e stanno cercando di limitare il numero di conversioni. Ciò riflette lo sforzo del governo di restare al potere e combattere tutte le forze ritenute estranee.

Per quale motivo il Laos ha cambiato posizione, all’interno della WWL?

L’incremento di un punto dal 2019 è dovuto alle maggiori notizie ricevute di violenze contro i cristiani.

Il Laos è uno dei paesi che sono balzati in avanti nei punteggi più rapidamente dell’Algeria.

Com’è la vita per i cristiani in Laos?

I cristiani devono far molta attenzione ad essere ben visti dalle autorità comuniste. Le chiese domestiche sono considerate ‘ritrovi illegali’ e devono operare nel segreto. Le autorità usano informazioni dalle chiese registrate, che sono controllate dal governo, e da leader locali (soprattutto monaci buddisti) per mettere pressione sui cristiani.

I cristiani ex buddisti vengono considerati dei traditori della loro comunità buddista-animista. Sono frequentemente oggetto di pressioni da parte delle loro famiglie estese.

Citazioni

Il nome è uno pseudonimo

Jik, la moglie del pastore ed i leader della chiesa nel Laos:
“Crediamo in Dio, ma non possiamo praticare apertamente la nostra fede. Dobbiamo farlo in piccole stanze o a porte chiuse. Nelle città magari non si viene arrestati per celebrare il Natale, ma nelle zone rurali la polizia ci arresta ed il governo ci rende le cose difficili. Fingono di aver frainteso il motivo degli incontri.

“Secondo la legge del Laos, ognuno è libero di scegliere e praticare la religione che vuole, ma la realtà è molto diversa. Persino le autorità non capiscono le nostre stesse leggi. Voglio dire che c’è ancora persecuzione in molte parti del Laos, ma con intensità diverse. In alcuni posti è brutale, mentre in altri luoghi ci si limita solo alle minacce. La polizia, l’esercito ed il governo non comprendono veramente la legge, ecco perché i cristiani vengono ancora arrestati, fermati, inseguiti, legati, malmenati o le loro proprietà vengono distrutte. E’ molto difficile essere un cristiano dal sud al nord del Laos. In alcune aree, i cristiani non si possono riunire insieme per adorare Dio. Gli viene anche chiesto di rinunciare alla loro fede. Ci sono molti tipi di persecuzione nel Laos che non posso descrivere completamente. Questa è la mia esperienza qui nel Laos.

“Voglio farvi sapere di questa situazione così che possiate pregare per noi, per la chiesa nel Laos, ed i suoi ministeri. Spero che un giorno Dio ci aprirà la porta per servirlo apertamente senza essere intralciati o arrestati. Questa è la prima cosa per la quale vi chiedo di pregare.”

Porte Aperte, come aiuta i cristiani nel Laos?

Siamo vicini ai credenti del Laos quando subiscono attacchi fisici e vengono espulsi dalle loro famiglie e comunità per aver scelto di seguire Cristo. Questo avviene tramite patrocinio, supporto, ed aiuto pratico. Porte Aperte rafforza anche i credenti del Laos nei seguenti modi:

  • fornitura di materiale cristiano.
  • formazione dei pastori.
  • programmi di discepolato.

Come pregare per la nazione

Pregate affinché i cristiani abbiano saggezza per sapere come testimoniare ai loro vicini buddisti ed alle loro famiglie. Prega che i loro sforzi vadano a buon fine.

Pregate affinché i cristiani nel Laos abbiano la possibilità di accedere liberamente alla Bibbia e di registrare le loro chiese. Pregate anche che i bambini cristiani nelle scuole buddiste non vengano discriminati e non ricevano voti bassi a ragione della loro fede.

Il Laos è uno degli ultimi cinque paesi Marxisti-Leninisti rimasti al mondo, e perciò, è molto ostile a qualsiasi influenza ritenuta straniera o occidentale. Il partito comunista esercita una pressione enorme sulla piccola minoranza cristiana. Per favore, pregate per una maggiore apertura e tolleranza nei confronti del cristianesimo e per il progresso della libertà religiosa.