Dona 
 
 

Kuwait

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: punti 57 / posizione: 38

WWL 2016: punti 56 / posizione: 41

 

Fonti di persecuzione:

La principale fonte di persecuzione nel paese è l'oppressione islamica. In minor misura anche la paranoia dittatoriale colpisce i cristiani.

 

Contesto:

Sebbene il Kuwait sia una delle più piccole nazioni del Medio Oriente è una delle più ricche del mondo arabo. Più della metà della popolazione è composta da immigrati, un significativo numero dei quali sono cristiani. La società del Kuwait è conservativa e la religione islamica prescrive un'ampia gamma di regole sia per la vita personale che per la famiglia e per la comunità.
La disposizione costituzionale che riguarda la libertà di religione è piena di contraddizioni: da una parte prevede la libertà di religione ma afferma anche che la pratica di tale libertà non dovrebbe violare consuetudini stabilite, le pubbliche linee guida di condotta o la moralità pubblica. Il governo sta usando la tradizionale società conservatrice tribale del paese per eliminare i liberali e i gruppi di sinistra e finora ha ottenuto molto successo. Nel farlo, altre minoranze religiose sono state colpite. Il Kuwait ha accettato alcune delle maggiori convenzioni delle Nazioni Unite sui diritti umani: per esempio l'accordo del 1996 sui diritti civili e politici e l'accordo sui diritti economici, sociali e culturali. L'IS (lo Stato Islamico) ha provato a stabilire la sua rete nel paese. Alcuni abitanti del Kuwait sono in lotta con questo gruppo.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

Solo due categorie di cristianesimo della WWList esistono nel paese: comunità di residenti stranieri o emigranti cristiani e comunità di convertiti al cristianesimo dal contesto musulmano (MBB). Entrambe subiscono la persecuzione. Gli stranieri e gli emigranti cristiani spesso lottano per ottenere le licenze e l'autorizzazione per i locali di culto.

 

Sfere di vita e violenza:

  • In generale, la pressione sui cristiani in Kuwait è ad altissimo livello e rispetto alla WWL del 2016 è leggermente più rosea.
  • In Kuwait i cristiani affrontano le più forti pressioni nella sfera privata, familiare e comunitaria (tutto con altissimi punteggi). Questo è tipico della persecuzione risultante dall'oppressione islamica in modo particolare per coloro che si sono convertiti da un contesto musulmano.
  • Come nel precedente periodo preso in esame, non sono stati registrati episodi di violenza a carico dei cristiani.
  • La generale situazione di persecuzione in Kuwait è condotta da famiglie, leader di comunità, leader religiosi e funzionari di governo che hanno come obiettivo coloro che provengono dal contesto musulmano (MBB)

 

Prospettive future:

Nonostante il subbuglio regionale nel periodo preso in esame dalla WWL 2017, il Kuwait è stato politicamente stabile. Non ci sono stati grandi incrementi nelle persecuzioni. Comunque, nell'anno che verrà, è probabile che ciò di seguito indicato possa accadere:

  • La paura fra i cristiani continuerà così come il contesto nel paese diventerà più ostile
  • La società probabilmente diventerà più conservativa. Il governo permetterà che ciò continui (finché non sentirà minacciata la sua amministrazione di potere) per placare i gruppi radicali islamici nella società.
  • Le comunità di stranieri residenti ed emigranti continueranno a lottare per ottenere i permessi di registrazione.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)