Dona 
 
 

Mali

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: Punti: 59 / Posizione: 32

WWL 2016: Punti: 55 / Posizione: 44

 

Fonte di persecuzione:

La principale fonte di persecuzione in Mali è l'oppressione islamica.

 

Contesto:

A seguito dell'invasione islamica del Mali settentrionale nel 2012 e dei successivi tentativi francesi di restaurare l'autorità del Mali sull'intero paese all'inizio del 2013, la situazione delle libertà civili e dei diritti politici non è ancora rientrata ai livelli antecedenti il 2012, sia nel Nord che nel Sud del paese. I ribelli tuareg appartenenti alla Coalizione dei Movimenti Azawad e il governo del Mali hanno firmato un accordo di pace nel 2015. L'accordo di pace prevede il decentramento, la creazione di una forza di sicurezza regionale e maggiori investimenti socio-economico nella parte settentrionale del paese. Tuttavia, i continui attacchi da parte dei militanti islamici sta minando le prospettive di pace nel paese.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

In Mali sono presenti tre delle quattro categorie di cristianesimo della WWL: comunità cristiane storiche, comunità di convertiti al cristianesimo di origine musulmana (MBB) e comunità cristiane protestanti non tradizionali (come le congregazioni battiste, evangeliche e pentecostali). Anche se la maggior parte dei cristiani vive nel sud del paese, si sentono minacciati dai militanti islamici. 

 

Sfere di vita e violenza:

  • Nel complesso, la pressione sui cristiani in Mali è a un livello molto elevato ed è aumentata notevolmente rispetto alla WWL 2016. 
  • La pressione è più forte nelle sfere della chiesa, della comunità e della famiglia (tutte le sfere sono a livelli molto elevati). Ciò indica le difficoltà poste agli MBB e alle relative chiese da parte della società in senso lato e anche da gruppi di militanti islamici (soprattutto nelle parti del paese non controllate dallo Stato). 
  • L'attività e la presenza di gruppi di militanti islamici si sta radicalizzando nella società in generale e alimentano anche la persecuzione nella sfera privata.  
  • Il punteggio della violenza è alto, ma molto più basso rispetto al livello molto elevato registrato nel periodo di riferimento della WWL 2016. 
  • Lo schema generale di persecuzione in Mali suggerisce che anche con un calo della violenza, la prevalenza e l'intensità della pressione nella maggior parte delle altre sfere di vita è in crescita. Ciò indica che, nonostante il successo nell'allontanare i militanti islamici dai territori che controllavano, questi si sono lasciati alle spalle una società più radicalizzata che è ancora meno ospitale per i cristiani di quanto non fosse prima.  

 

Prospettive future:

La tendenza principale che il Mali sta affrontando è l'influenza dell'islam militante e del Wahhabismo nel paese. Occorrerà molto tempo per poter ristabilire una presenza cristiana stabile nel Nord del paese. I militanti islamici continuano a essere attivi in Mali, malgrado l'accordo di pace siglato nel 2015, e continueranno a costituire una minaccia negli anni a venire. L'accordo di pace è molto fragile e il governo e le forze di pace delle Nazioni Unite non sono ancora in grado di stabilire l'autorità del governo in alcune parti del paese.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)