Dona 
 
 

Tanzania

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL: 

WWL 2017: Punti: 59 / Posizione: 33

WWL 2016: Punti: 57 / Posizione: 36

 

Fonti di persecuzione:

La fonte di persecuzione che colpisce i cristiani in Tanzania è l'oppressione islamica.

 

Contesto:

La Tanzania è un Paese con due diverse realtà. L'attuale Tanzania è stata formata mediante l'unione dell'isola di Zanzibar e del Tanganica. L'isola di Zanzibar è stata a lungo collegata con l'Islam e altri Paesi musulmani ed è stata governata da un sultanato fino all'occupazione britannica (1890-1963). Dall'altro lato, il Tanganica è stato una nazione indipendente con religione indigena prima dell'introduzione del cristianesimo. La Tanzania è stata un Paese socialista dal 1961 al 1987. Le zone colpite dalla persecuzione sono principalmente Zanzibar, la regione Bukoba e le regioni costiere. I movimenti militanti in Somalia e Kenya hanno una notevole influenza in Tanzania. Si noti che la popolazione dell'arcipelago di Zanzibar è a maggioranza musulmana e molti nella regione pensano di essere stati privati di opportunità di sviluppo dal governo centrale della Tanzania. L'inclusione della disposizione riguardante il tribunale della Sharia nella bozza di costituzione, che deve essere ratificata mediante referendum, può solo peggiorare la situazione dei cristiani.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

Tutte le quattro categorie di cristianesimo sono presenti in Tanzania e affrontano livelli di persecuzione mutevoli: comunità di cristiani stranieri o emigranti, comunità cristiane storiche, comunità di convertiti al cristianesimo, principalmente di origine musulmana (MBB) e comunità cristiane protestanti non tradizionali. Gli MBB nello Zanzibar affrontano la persecuzione più grave.

 

Sfere di vita e violenza:

  • Nel complesso, la pressione sui cristiani è a un livello elevato e leggermente in crescita in confronto al periodo preso in esame nella WWL 2016.
  • La persecuzione è molto elevata nella sfera di vita comunitaria, seguita dalla sfera religiosa.
  • Il punteggio relativo alla violenza in generale è molto alto e mostra un incremento in confronto alla WWL 2016.
  • La situazione persecutoria complessiva in Tanzania è alimentata dall'oppressione islamica, molto attiva nell'isola di Zanzibar e nella regione costiera del Paese. Si è rilevato un impatto crescente sui cristiani anche nell'area nord occidentale del Paese.

 

Prospettive future:

L'attuale presidente, John Magufuli, è elogiato da molti per avere affrontato coraggiosamente alcuni problemi socio-economici del Paese. Nulla è però stato fatto per risolvere il problema del radicalismo islamico crescente nel Paese. Perciò, negli anni a venire, a meno che il Paese non adotti severe misure per proteggere la libertà religiosa, 

  • la persecuzione dei cristiani nello Zanzibar e nella regione costiera continuerà. 
  • Il futuro referendum sulla nuova costituzione potrebbe mettere i cristiani contro i musulmani, determinando probabilmente un aumento della pressione sui cristiani. 

Se la bozza di costituzione fosse approvata, i musulmani diventerebbero probabilmente molto più influenti nel Paese.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)