Dona 
 
 

Territori Palestinesi

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016 

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: Punti: 64 / Posizione: 23 

WWL 2016: Punti: 62 / Posizione: 24

Da notare: 

  • La crescita del punteggio nella WWL è dovuta principalmente ad aggiustamenti basati sulla disponibilità di maggiori informazioni. 
  • Gli MBB affrontano molte pressioni. Tuttavia nelle conversazioni con Porte Aperte i ricercatori sul campo, i cristiani di ambedue i background di chiese storiche e di chiese evangeliche in Cisgiordania, hanno sottolineato che il controllo militare di Israele della Cisgiordania è il fattore di limitazione principale per la loro libertà di movimento, tra cui la visita dei luoghi santi in Israele. Queste restrizioni non sono specificamente focalizzate sui cristiani, ma interessano tutti i palestinesi e pertanto non sono inclusi nell'analisi WWL.

 

Fonti di persecuzione: 

Le fonti di persecuzione che colpiscono i cristiani nei Territori Palestinesi sono l'oppressione islamica (principale) e, in misura minore l'antagonismo etnico (mescolato con l'oppressione islamica).

 

Contesto: 

Il conflitto israelo-palestinese causa molte sfide per i cristiani indigeni. La loro etnia procura loro molte restrizioni da parte israeliana, e la loro religione li mette in una posizione di minoranza all'interno della comunità palestinese a maggioranza musulmana. I territori sono governati o influenzati da tre diversi governi: La Cisgiordania governata dal partito Fatah è formalmente basata su principi laici (cioè non-islamista) e i cristiani godono di alcuni diritti, pur essendo attivi nei più alti livelli di governo.
A Gaza, anche se i cristiani sono in gran parte tollerati dall'islamista Hamas, i diritti dei cristiani non sono né rispettati né protetti. Negli anni passati i cristiani nella Striscia di Gaza hanno affrontato minacce da gruppi radicali di vigilanti islamici; nel 2016 non ci sono stati segnalati incidenti.
La legge militare israeliana è valida in alcune parti della Cisgiordania, che porta a grandi restrizioni di movimento di tutti i palestinesi, compresi i cristiani. Il numero totale dei cristiani è calato in entrambe le aree nel corso del tempo, a causa di emigrazione e tassi di natalità più bassi. Un raggio di speranza è il piccolo ma crescente numero di convertiti dall'islam al cristianesimo.

 

Tipi di cristianesimo colpiti: 

Tre delle quattro categorie WWL di cristiani esistono e affrontano varie forme di pressione: comunità cristiane storiche, comunità di convertiti al cristianesimo da uno sfondo musulmano (MBB) e comunità cristiane protestanti non tradizionali.

 

Sfere di vita e violenza: 

  • Nel complesso, la pressione sui cristiani (ex musulmani) rimane a un livello molto alto.
  • La pressione è a un livello molto alto in tutte le sfere della vita e più forte nella Chiesa, nella famiglia e nella sfera privata. Questo è tipico di una situazione in cui l'oppressione islamica è la fonte principale di persecuzioni e colpisce soprattutto gli MBB.
  • Il punteggio per la violenza è aumentato rispetto alla WWL 2016, ma rimane a livello basso. 
  • La situazione complessiva della persecuzione nei territori palestinesi è caratterizzata da alti livelli di persecuzione degli MBB, in particolare a Gaza, ma anche in Cisgiordania. A Gaza, tutti gli altri tipi di cristiani subiscono restrizioni, per lo più in ambito nazionale e di chiesa. In Cisgiordania si limitano ad affrontare forme sottili di discriminazione, che sono caratteristiche della situazione delle minoranze religiose in una società a maggioranza islamica in Medio Oriente.

 

Prospettive future:

L'Economist Intelligence Unit prevede che focolai di disordini israelo-palestinese continuino a verificarsi a Gaza e in Cisgiordania per i prossimi anni. La costruzione della nazione e le riforme sono ostacolate, fra l'altro, dalle divisioni tra Hamas e Fatah. Il processo di pace è destinato a ristagnare e la possibilità di nuove esplosioni di violenza è alta. Questo influenzerà ulteriormente la qualità della vita di tutti i palestinesi negativamente, compresi i cristiani, portando a una emigrazione continua di questi ultimi.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)