Dona 
 
 

Tunisia

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: Punti: 61 / Posizione: 29

WWL 2016: Punti: 58 / Posizione: 32

 

Fonti di persecuzione:

Le fonti di persecuzione che riguardano i cristiani in Tunisia sono l'oppressione islamica (fonte principale) e, in misura minore, corruzione e crimine organizzati.

 

Contesto:

Ci sono state molte tensioni sociali, economiche e politiche in Tunisia, che hanno portato alla rivoluzione dei gelsomini (Primavera araba). Dal momento della caduta del presidente Zine El Abidine Ben Ali nel 2011, il panorama politico in Tunisia si è trasformato. Una nuova Costituzione è stata approvata il 26 gennaio 2014. Nonostante il tanto celebrato processo di democratizzazione pacifico della Tunisia, il paese affronta ancora molte sfide economiche e gravi minacce alla sicurezza, provenienti dalle milizie islamiche che operano nella regione. La minaccia da questi gruppi ha paralizzato il settore del turismo.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

In Tunisia esistono due categorie di cristianesimo della WWL: comunità di cristiani stranieri o migranti e comunità di convertiti al cristianesimo di origine musulmana (MBB). Gli MMB sopportano il peso della persecuzione, mentre gli espatriati cristiani sono relativamente liberi di praticare e vivere secondo la loro fede, anche se l'evangelizzazione pubblica non è tollerata.

 

Sfere di vita e violenza: 

  • In generale, la pressione sui cristiani in Tunisia è a un livello molto alto ed è aumentata notevolmente rispetto alla WWL 2016.
  • La pressione è maggiore (e a un livello molto alto) nelle sfere della famiglia e di vita privata. Questo è tipico di una situazione risultante dall'oppressione islamica, in cui gli MBB hanno difficoltà a trovare spazi privati per il culto e subiscono una grave opposizione da parte dei membri della famiglia.
  • Sebbene siano ancora alti, i punteggi delle sfere di vita pubblica e della comunità sono diminuiti e ciò riflette la presenza positiva dei gruppi politici laici e liberali influenti nel paese. 
  • Il punteggio relativo alla violenza è più basso rispetto a quello della WWL 2016, ma rimane comunque a un livello discretamente alto.  L'attività delle milizie islamiche nella vicina Libia ha qualche effetto negativo in Tunisia. 
  • La situazione complessiva della persecuzione in Tunisia è alimentata dall'oppressione islamica che rende la società intollerante nei confronti dei cristiani, in particolare degli MBB. L'attività dei gruppi militanti islamici in Tunisia e nell'intera regione va ad aggiungersi alla pressione affrontata dai cristiani.

 

Prospettive future:

Anche se la situazione politica in Tunisia sembra essersi stabilizzata, questo non significa che si preveda che la pressione sui cristiani possa diminuire. In effetti, la società e la cultura restano anticristiane (soprattutto nelle zone rurali) e ciò non è cambiato nonostante i cambiamenti politici avvenuti nel paese dalla Primavera Araba. La democratizzazione non ha portato a maggiore tolleranza e sicurezza per i cristiani in Tunisia.  Questa tendenza è destinata a continuare nel prossimo futuro.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)