Dona 
 
 

Turchia

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: Punti: 57 / Posizione: 37

WWL 2016: Punti: 55 / Posizione: 45

 

Fonti di persecuzione:

Le fonti di persecuzione che riguardano i cristiani in Turchia sono l'oppressione islamica e, in misura minore, la paranoia dittatoriale.

 

Contesto:

La situazione nel paese è cambiata drasticamente il 15 luglio del 2016 a seguito del fallito colpo di stato contro il presidente Erdogan. La reazione del governo è stata così feroce che il paese è ormai diventato una dittatura, che colpisce tutti gli aspetti della società.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

In Turchia esistono tutte le categorie di cristianesimo della WWL e tutte stanno sperimentando vari livelli di persecuzione. Esistono comunità di cristiani stranieri o migranti nelle città più grandi e la maggior parte non è registrata/riconosciuta a meno che non si incontrino negli edifici storici della chiesa. Possono praticare tranquillamente, a meno che attraggono cittadini turchi o rifugiati musulmani. Le comunità cristiane storiche sono tutte considerate "straniere", vengono monitorate regolarmente e sottoposte a determinati controlli da parte del governo. Le comunità di convertiti al cristianesimo (qui di origine musulmana, MBB) vengono considerate come traditori dell'identità turca e sopportano il peso della persecuzione proveniente da famiglia, amici, comunità locale e autorità locali. Le chiese protestanti non tradizionali sono perlopiù piccoli gruppi. Molti di loro si incontrano nelle case e ciò può comportare l'opposizione da parte dei vicini.

 

Sfere di vita e violenza:

  • Nel complesso, la pressione sui cristiani è leggermente diminuita nel periodo di riferimento della WWL 2017, ma rimane a un livello elevato. Ciò è dovuto a una riduzione della pressione nella sfera della chiesa. 
  • La pressione è più forte nelle sfere di vita privata e pubblica, seguite delle sfere della comunità e della famiglia. Questo è atipico.  È il risultato dell'oppressione islamica come fonte di persecuzione principale, con elementi nazionalistici molto forti.  Questo nazionalismo turco dà anche luogo alla paranoia dittatoriale come seconda fonte di persecuzione.
  • Il numero di episodi di violenza segnalati è salito nel periodo di riferimento della WWL 2017, comportando l'aumento del punteggio per la violenza da un livello alto a un livello molto alto.
  • La situazione complessiva della persecuzione in Turchia riflette lo stato attuale piuttosto unico in cui il crescente nazionalismo turco si combina con la crescente islamizzazione della società turca.

 

Prospettive future:

Dopo il fallito colpo di stato del luglio 2016, la situazione in Turchia è cambiata radicalmente. Il governo ha assunto maggiori poteri dittatoriali e nazionalismo e islamizzazione sono cresciuti. La lotta contro la minoranza curda militante si è intensificata e la Turchia ha assunto una posizione molto più decisa nel panorama internazionale, diventando militarmente attiva nelle limitrofe Siria e Iraq (prendendo di mira principalmente le forze curde). Come conseguenza delle nuove rigide politiche governative, è aumentato il livello di intolleranza contro tutti coloro che non si schierano con Erdogan, la piccola minoranza cristiana dovrà affrontare una pressione crescente, che si sta traducendo sempre più in episodi di violenza. È probabile che questa tendenza continui.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)