Dona 
 
 

Turkmenistan

Periodo preso in esame:

1 novembre 2015 - 31 ottobre 2016

 

Posizione nella WWL:

WWL 2017: Punti: 67 / Posizione: 19

WWL 2016: Punti: 66 / Posizione: 19

 

Fonti di persecuzione:

Le fonti di persecuzione che colpiscono i cristiani in Turkmenistan sono la paranoia dittatoriale (derivante dall'oppressione comunista e post-comunista) e, in misura minore, l'oppressione islamica.

 

Contesto:

Il Turkmenistan è uno dei luoghi più restrittivi al mondo, senza libertà di stampa e informazione. È molto difficile per gli stranieri entrare nel Paese. Inoltre, il livello di controllo di tutti i gruppi della società (inclusi i cristiani) è elevato, così come è molto limitato l'accesso ai mezzi di informazione e alle risorse straniere. È quindi molto difficile fare uscire informazioni dal Paese.

 

Tipi di cristianesimo colpiti:

Non esistono comunità di cristiani stranieri o emigranti in Turkmenistan. Tutte le altre categorie di cristianesimo sono presenti e sono colpite dalla persecuzione. Le riunioni di culto domenicali delle comunità cristiane storiche sono controllate; sono inoltre limitate la stampa e l'importazione di materiali cristiani. Le comunità di convertiti al cristianesimo (MBB) sopportano l'impatto più forte della persecuzione, sia dallo Stato che dalla famiglia, dagli amici e dalla comunità. Le comunità cristiane protestanti non tradizionali sono attive nell'evangelizzazione e subiscono attentati, minacce, arresti e multe, specialmente quando le chiese non sono registrate.

 

Sfere di vita e violenza:

  • Nel complesso, la pressione sui cristiani è a un livello molto alto e lievemente in crescita in confronto al periodo preso in esame nella WWL 2016.
  • La pressione è estrema nelle sfere privata e religiosa e molto alta nelle sfere comunitaria e nazionale. È tipico di una situazione nella quale la paranoia dittatoriale è la fonte di persecuzione principale. 
  • La pressione derivante dall'oppressione islamica è evidente soprattutto nelle sfere privata, familiare e comunitaria ed è esercitata dall'ambiente sociale in particolare sugli MBB. 
  • Il livello della violenza rimane molto basso, sebbene si rilevi un incremento in confronto al periodo preso in esame nella WWL 2016. 
  • La situazione persecutoria complessiva in Turkmenistan è determinata principalmente da un governo repressivo che cerca di aumentare il proprio controllo su tutte le sfere di vita.

 

Prospettive future:

Dopo l'Uzbekistan, il Turkmenistan è lo Stato asiatico centrale più repressivo per le minoranze religiose. Considerato il nazionalismo crescente e la "guida spirituale" che si ritiene stia offrendo al Paese il nuovo presidente, come il suo predecessore Niyazov con i suoi insegnamenti sul libro sacro "Rukhnama", la pressione sui cristiani rimarrà molto probabilmente invariata a un livello molto alto, ma con livelli di violenza molto bassi. La pressione derivante dall'ambiente sociale (soprattutto sugli MBB) rimarrà stabile.

 

 

Scarica il Country Profile completo (in inglese)