Dona 
 
 
 

Iran: Maryam è finalmente libera

Da anni, anche dall’Italia molti fratelli e sorelle pregano per lei ed è con gioia che vi annunciamo che Maryam è finalmente stata rilasciata ieri dal carcere di Evin, Teheran.

Dopo 4 anni di reclusione con l’accusa di "attività contro la sicurezza nazionale", la cristiana iraniana Maryam Naghash Zargaran è stata liberata nella serata di ieri, martedì 1 agosto, dalla prigione di Evin, Teheran. Il rilascio doveva avvenire già il 28 luglio scorso e, come ha riferito l'agenzia Mohabat News, si è trattato di un ritardo ingiustificato.

Maryam Naghash Zargaran, 39 anni, ex-musulmana convertitasi al cristianesimo, ha cominciato a subire pressioni dal gennaio 2010 a seguito del suo lavoro con la "chiesa clandestina" iraniana e della sua collaborazione nella gestione di un orfanotrofio per cui, nel gennaio 2013, è stata arrestata e condannata insieme al pastore Saeed Abedini (quest'ultimo rilasciato a gennaio 2016). Sempre secondo Mohabat News, citando parte del testo di accusa, il tribunale ha condannato Maryam a 4 anni di reclusione per aver tentato di "diffondere il cristianesimo in Iran allo scopo di convertire la società iraniana dall'islam".

Mentre era in prigione, Maryam è stata maltrattata e si è vista rifiutare le cure mediche di cui necessitava per problemi fisici; 10 anni fa infatti aveva subito un intervento al cuore e da tempo soffre di osteoporosi.

Ringraziamo quindi il Signore per il Suo intervento, mentre continuiamo a pregare per la salute di Maryam e la sua ripresa dopo questi difficili anni di prigionia.