progetti
 

Cos'è da donna a donna

fb Da donna a donnaLa donna si trascinava in mezzo alla folla .... consapevole che non avrebbe dovuto trovarsi lì, sentendo chi, inavvertitamente la pressava, ritrarsi al contatto con lei. La sua condizione era socialmente innominabile e profondamente imbarazzante. Perché, semplicemente, non se ne andava?

 

Avrete riconosciuto la storia della donna che si è fatta avanti per toccare il lembo del manto di Gesù più di 2000 anni fa. Un atto di ribellione sociale scaturito dalla disperazione.

La reazione di Gesù non è stata quella di spostarsi e proseguire, ma si è fermato e l'ha notata.  Ha avviato con lei una schietta conversazione, nella quale riconosceva la sua sofferenza, la guariva e la riabilitava socialmente. Tanto semplice, così rivoluzionario! 

Ancora oggi esistono donne come lei, invisibili, a meno che non le si vada a cercare.  Open Doors/Porte Aperte le nota, nei luoghi dove le loro vulnerabilità come donne cristiane sono usate per minacciare la stabilità della chiesa. 

Cristina Merola, la referente di Porte Aperte per il progetto Da donna a donna, ne ha incontrate tante e desidera farvele conoscere. Seguite la rubrica Da donna a donna sulla pagina FaceBook della Missione Porte Aperte. Non abbiate paura delle loro vulnerabilità e difficoltà. ... il primo passo è conoscere i diversi contesti culturali in cui vivono, capire come e perché sono vulnerabili, affrontare le loro difficoltà con la preghiera, sostenerle grazie ai progetti che Porte Aperte realizza per loro e con loro. Vedere come Dio sia all'opera ovunque anche grazie alla resilienza e all'audacia di queste donne. 

Possiamo fare molto per far loro sapere che noi non proviamo imbarazzo e non ci tireremo da parte. Noi andremo a cercarle e le aiuteremo affinché la chiesa rimanga compatta!
Rimani in contatto con loro tramite le risorse che puoi ricevere nella tua casella di posta. Vai alla sezione Informati


Per da DONNA a DONNA
Cristina Merola
e-mail: cristinas@porteaperteitalia.org
Tel. 0456631224