Calendario di preghiera Dicembre 2019 – Gennaio 2020

“Benedetto sia Dio, che non ha respinto la mia preghiera e non mi ha negato la sua grazia” 

(Salmi 66:20)

 

VIETNAM
24-25 novembre – Il governo vietnamita richiede che le chiese si accorpino tra loro (ad esempio nei villaggi che contano tre chiese), per un controllo più facile. Prega che i cristiani vietnamiti siano pronti alle restrizioni che aumentano da parte del governo e per una buona comunione fraterna.
26-27 novembre – Molti credenti delle zone rurali del Vietnam sono analfabeti e hanno un accesso molto limitato all’istruzione. Porte Aperte/Open Doors fornisce corsi di formazione per le guide di queste chiese, prega che questi corsi portino cambiamenti sostanziali e aiutino la chiesa a crescere in Cristo.

NEPAL
28-29 novembre – Prega per Karan*, cristiano nepalese accusato e interrogato ingiustamente. Karan è stato accusato di aver ucciso una mucca, mentre in realtà stava aiutando altre due persone a rimuoverne la carcassa dalla riva del fiume. Uccidere una mucca è visto come un’offesa in Nepal.
30 novembre – Prega per Samit*, perseguitato dalla sua stessa famiglia. Samit è minacciato di essere boicottato finanziariamente a meno che non rinunci alla sua fede cristiana. Prega per saggezza e coraggio.

BRUNEI
1-2 dicembre – I cristiani del Brunei affrontano molte sfide a motivo della loro fede in Cristo. Le leggi islamiche vigenti nel Paese hanno oppresso la Chiesa per decenni, prega che Dio spezzi l’oppressione e liberi la Sua Chiesa per essere una benedizione per questa nazione.
3-4 dicembre – Un giornale locale ha riportato un incremento del numero di gruppi giovanili musulmani in tutto il Paese, con una conseguente decrescita del numero dei cristiani. La chiesa cesserà di esistere in Brunei? Prega che Dio rafforzi ciò che rimane.

INDONESIA
5-6 dicembre – Prega per gli studenti dei seminari di preparazione alla persecuzione. Negli ultimi anni abbiamo raggiunto con successo un buon numero di cristiani. Prega che queste lezioni possano equipaggiare la Chiesa in Indonesia.
7-8 dicembre – Continua a pregare per le vittime del terremoto di Palu. Porte Aperte/Open Doors ha collaborato con un gruppo di pastori locali nella cura del trauma per decine di famiglie. Prega per la guarigione e per l’assistenza delle persone colpite.
9-10 dicembre – Prega per Andi*, uomo sposato e con due figli che aveva smesso di andare in chiesa due anni fa. A causa del terremoto la loro casa è stata completamente distrutta. Andi ci ha detto: “Sono molto felice che Dio ci abbia salvato e che vi abbia mandato per aiutarci”. Oggi Andi è nuovamente coinvolto nelle attività della chiesa.
11-12 dicembre – Loda Dio per come ha tratto il bene dal disastro del terremoto e prega affinché continui a rafforzare Andi nella fede provvedendo ai bisogni della sua famiglia.

MALESIA
13-14 dicembre – Prega per la formazione “5 Principi”, un programma di discepolato per giovani. Un partecipante ha recentemente condiviso che la storia del figlio prodigo lo ha aiutato a riflettere profondamente sul suo rapporto con suo padre.
15-16 dicembre – Quando mio padre mi rimproverava io gli rispondevo: “’Se la mamma fosse ancora viva, lei mi capirebbe meglio’. Ora mi rendo conto che quello che quello che dicevo non era buono, per questo ringrazio Dio. Non è troppo tardi per conoscere Gesù e cambiare”. Prega che molti giovani siano aiutati nelle loro relazioni attraverso specifici corsi di formazione.
17-18 dicembre – Prega per l’impatto dei seminari di sensibilizzazione sull’islam in Malesia, che aiutino i cristiani ad amare i loro vicini musulmani.
19-20 dicembre – Adeen*, uno dei nostri partner locali che gestisce i seminari di sensibilizzazione sull’Islam, dice: “Il loro scopo è quello di coinvolgere i musulmani senza offenderli o ferirli. Dobbiamo prima di tutto comprenderli e amarli, solo allora potremo essere sale e luce per l’intera comunità”.

MALDIVE
21-22 dicembre – Un contatto locale ha condiviso che si sta incontrando regolarmente con una credente segreta di nome Hashima* per studiare il Vangelo di Giovanni. Prega affinché Dio si faccia conoscere da molti più maldiviani.
23-24 dicembre – Loda Dio per la testimonianza di una coppia cristiana locale. “Abbiamo visitato Farid* e la sua famiglia”, hanno raccontato, “che ci ha presentato il loro amico Ahmad*. Farid ha detto ad Ahmad che siamo una famiglia molto buona e felice”.
25-26 dicembre – Prega perché sempre più coppie di credenti trasmettano ai maldiviani i valori del matrimonio cristiano, in modo che possano giungere alla fede in Cristo.

CINA
27-28 dicembre – Prega per i collaboratori di Porte Aperte che affrontano sempre più difficoltà per incontrare i credenti perseguitati. Le città della Cina nord-occidentale sono così saturate da telecamere di sorveglianza e da tecnologie di riconoscimento facciale che il personale della nostra missione trova molto difficile effettuare visite nelle case o in luoghi pubblici senza il timore di essere in pericolo.
29-30 dicembre – Nonostante l’estrema attenzione dei nostri collaboratori, alcune famiglie di cristiani da poco rilasciate dai campi di rieducazione hanno chiesto di non essere visitate in questo momento. Prega per saggezza nel desiderio di collegare chi soffre per la fede con il resto del Corpo di Cristo.
31 dicembre – 1 gennaio – Prega per Mark Liu*, un cristiano cinese che lavora tra i musulmani nell’estremo ovest del Paese. Mark ha bisogno di una “ragione legittima” per viaggiare nella regione senza attirare l’attenzione. I recenti sviluppi nella zona hanno reso il suo lavoro estremamente difficile.
2-3 gennaio – Prega per i credenti cinesi di origine musulmana, oggetto di pregiudizi razziali e di controllo da parte del Governo.
4-5 gennaio – Il pastore Chai* proviene da una minoranza della Cina sud-occidentale che pratica il buddismo popolare. Dopo aver ricevuto formazione biblica di nascosto, il pastore ha condotto più di 100 persone del suo villaggio dalle superstizioni del buddismo tribale a una nuova vita in Gesù. Prega per il suo lavoro.
6-7 gennaio – La chiesa del pastore Chai è spesso attaccata dagli altri abitanti del villaggio, persone superstiziose che credono che l’ondata di nuovi convertiti attirerà la “sfortuna” verso il loro villaggio. Prega per la comunità cristiana di quella zona.
8-9 gennaio – A motivo del lavoro del pastore Chai, gli anziani del villaggio hanno confiscato le terre appartenenti a due famiglie venute recentemente alla fede in Gesù. Gli anziani hanno poi detto che le proprietà potrebbero essere ripristinate se le due famiglie rinunciassero alla loro nuova fede ma hanno rifiutato. Prega per loro.
10-11 gennaio – I collaboratori di Porte Aperte/Open Doors hanno recentemente visitato il pastore Chai, per incoraggiarlo e capire come aiutarlo nei giorni a venire. Il pastore ci ha chiesto di pregare per la sua chiesa e per i circa 100 nuovi credenti.

COREA DEL NORD
12-13 gennaio – Prega per la sorella Yu-mi* e per i gruppi di studio biblico per donne nordcoreane che conduce in Cina.
14-15 gennaio – Prega per gli incontri segreti di studio biblico che Porte Aperte/Open Doors organizza nel cuore delle foreste cinesi per i rifugiati nordcoreani. I gruppi si incontrano occasionalmente e i leader danno loro compiti a casa per scrivere e memorizzare interi capitoli della Bibbia.
16-17 gennaio – Kim Yong-Du*, cristiano nordcoreano, guarda la sua piccola fattoria con preoccupazione. Prega che possa sopravvivere alla dura carestia di quest’anno.
18-19 gennaio – Siccome la siccità della primavera ha prosciugato tutte le riserve d’acqua, in pochi sono riusciti a completare la semina del riso. Per aiutare i credenti nordcoreani a combattere la fame, Porte Aperte/Open Doors consegna cibo, medicinali e libri cristiani attraverso la rete di chiese segrete. Prega per questo importante lavoro.
20-21 gennaio – Anche se non è sufficiente, il fratello Kim Yong-Du* chiude gli occhi, ringrazia Dio per avergli dato il pane quotidiano e accantona la metà di ciò che riceve per i giorni a venire. Prega per lui.
22-23 gennaio – Kim*, operaio sul campo in Corea del Nord, ricorda come sia stato condotto da Dio al ministero. In un momento di preghiera in cui chiedeva come poter servire il suo Paese, Dio lo aveva guidato verso le persone giuste, come se la strada fosse stata preparata nei minimi dettagli. Ringrazia Dio per la vita di Kim e prega per la sua sicurezza.
24-25 gennaio – Lungo il cammino, Kim si trova a dover affrontare alcune difficoltà come frequenti viaggi in zone remote del Paese e conoscenza di informazioni pericolose, ma ricorda come Dio lo ha condotto sul campo e rinnova ogni giorno la sua disponibilità a servire. Prega per chi come Kim si dedica ogni giorno all’avanzamento del Regno di Dio nella difficile Corea del Nord.

IMPACT INDIA
26-27 gennaio – I cristiani indiani provenienti dalle zone rurali sono spesso poveri e discriminati a causa della loro fede, in particolare per quanto riguarda le opportunità di lavoro. I partner locali di Porte Aperte/Open Doors stanno lavorando con questi fratelli per offrire loro la possibilità di provvedere al sostentamento delle loro famiglie. Prega per questi fratelli.
28-29 gennaio – In varie parti dell’India stanno nascendo scuole impegnate a fornire ai bambini cristiani un sostegno supplementare per la loro istruzione, spesso vittime di discriminazioni a causa della fede della loro famiglia. Prega che queste strutture aiutino i bambini a crescere nella fiducia e a recuperare quanto hanno perduto.
30-31 gennaio – Migliaia di persone nelle zone a sud e a est dell’India sono sfollate a causa delle inondazioni avvenute negli ultimi mesi. Prega che Dio possa provvedere a ogni loro necessità e usare la chiesa locale come fonte di speranza e benedizione per coloro che sono ancora nel bisogno.

*pseudonimi