Calendario di preghiera Aprile 2020 – Maggio 2020

“Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra e della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e la tua verga mi danno sicurezza” 

(Salmo 23:4)

 

IMPACT INDIA
25-26 marzo – Prega per le chiese, i pastori e le organizzazioni cristiane che si oppongono alle limitazioni imposte dal governo e dagli estremisti indù. Nel prossimo futuro è prevista un’udienza in tribunale per alcuni di loro. Pregate affinché il verdetto sia favorevole.
27-28 marzo – Prega per tutte quelle chiese a cui è stato negato il permesso di tenere culti e che sono state chiuse dagli estremisti indù. Prega affinché sia loro concesso di riunirsi nuovamente.
29-30 marzo – Prega per tutti i pastori e per i leader cristiani che hanno procedimenti giudiziari avviati contro di loro e che sono ancora pendenti in tribunale. Prega che il Signore li liberi da queste cause e che possano servire Dio con ancora più vigore e passione.
31 marzo – Prega per i ministeri e le organizzazioni cristiane in tutta l’India. Molte di loro stanno perdendo la registrazione FCRA, necessaria per ricevere donazioni dall’estero. Prega che Dio continui a provvedere tutto il necessario affinché queste organizzazioni possano continuare a servire il Paese.
1-2 aprile – Prega per sette famiglie cristiane di un villaggio dell’India, picchiate dai membri della loro comunità a causa della fede in Gesù Cristo. Anche i funzionari della polizia locale hanno sostenuto i persecutori nei loro atti violenti.
3-4 aprile – Prega per altre nove famiglie cristiane ripetutamente attaccate dagli abitanti del villaggio a causa della loro fede. Tra questi, Suresh* e Gautam* sono stati addirittura espulsi dalla comunità. Prega che Dio provveda alle necessità di questi fratelli e cambi il cuore degli aggressori.
5-6 aprile – Prega per Ravinder* e sua moglie. L’anno scorso hanno accettato Gesù come salvatore e a causa di questo sono stati boicottati socialmente da alcuni abitanti del villaggio. Prega affinché continuino a rimanere forti nella fede nonostante le difficoltà.
7-8 aprile – Prega per Sunita*, vedova con quattro figli. È stata respinta dai suoi familiari a causa della fede in Gesù. Chiedi a Dio di confortare il suo cuore e provvedere ai suoi bisogni.
9-10 aprile – Prega per i leader cristiani indiani che affrontano opposizioni e attacchi a motivo del loro ministero. Prega affinché Dio li rafforzi per resistere con in mezzo alla persecuzione, in modo che possano essere un esempio per gli altri.
11-12 aprile – Prega per i pastori e i leader cristiani che vengono brutalmente picchiati e gravemente feriti. Prega per una rapida guarigione, in modo che possano continuare a lavorare per l’espansione del Regno di Dio in India.

COREA DEL NORD
13-14 aprile – Il 15 Aprile si celebrerà l’anniversario della nascita di Kim Il-sung (il Giorno del Sole), fondatore e “Presidente eterno” della Corea del Nord. Tutti i cittadini sono chiamati a prepararsi per la celebrazione, compresi i bambini, e questo richiede più di un mese di lavori. Gli eventi includono fuochi d’artificio, mostre, spettacoli di canto e danza, gare di atletica leggera e seminari sull’ideologia Juche.
15-16 aprile – Prega che Dio apra gli occhi del popolo nordcoreano riguardo l’idolatria dei leader del Paese, per comprendere che il vero Re dei Re è Gesù.
17-18 aprile – Prega che il Regno di Dio venga sulla terra della Corea del Nord e che la Sua volontà sia fatta nel Paese, infine intercedi affinché le preghiere dei credenti nascosti nordcoreani, insieme a quelle dei cristiani di tutto il mondo, trasformino questa terra in un luogo dove si glorifica il Signore Gesù.
19-20 aprile – Ti chiediamo di pregare per John, cristiano nordcoreano, e per l’importante lavoro che compie tra i rifugiati nordcoreani in Cina e con cui cerca di condividere Vangelo. Prega affinché Dio riversi le Sue benedizioni sul ministero di John come anche sulla sua famiglia.
21-22 aprile – Prega per saggezza per John, cristiano nordcoreano, quando si avvicina ai rifugiati della Corea del Nord, in Cina. Prega affinché Dio possa suggerirgli le parole giuste da utilizzare e che chi lo ascolta possa comprendere il bisogno di tornare a Dio.

INDONESIA
23-24 aprile – Pregate per i cristiani ex-musulmani indonesiani che durante il periodo di Ramadan condivideranno la propria fede con altri. In Indonesia, i cristiani ex-musulmani affrontano le maggiori pressioni a tornare all’islam dalla comunità di appartenenza. “I musulmani locali venivano a casa mia e ci costringevano a digiunare e a pregare, visto che non ci presentavamo più alla moschea. Durante il Ramadan le cose peggiorano”, ci ha detto Samir*. Prega per queste difficili situazioni.
25-26 aprile – Il Ramadan è in realtà il momento perfetto per predicare il Vangelo, è facile fare discussioni profonde con i musulmani durante questo periodo e raccontare loro la salvezza di Dio.  Prega che i cristiani abbiano il coraggio di condividere Gesù con i musulmani e di raccontare loro del Suo amore e della Sua salvezza.
27-28 aprile – Prega che i cristiani siano una benedizione per i loro vicini musulmani, nonostante l’aumento delle pressioni per ritornare all’islam tipiche di questo periodo di digiuno e che possano essere un aiuto per qualsiasi loro necessità.

GOLFO
29-30 aprile – In questa regione fortemente islamica, dove i cristiani sono una piccola minoranza, i nostri fratelli e le nostre sorelle sono sotto costante pressione e vivono nella paura di essere falsamente accusati di blasfemia e di altre offese. Prega per i cristiani di questa regione, particolarmente sotto pressione durante il periodo di Ramadan
1-2 maggio – Un partner locale di Open Doors ha condiviso con noi: “Spesso in alcune parti del Golfo, i cristiani, se visti bere acqua o consumare accidentalmente cibo, possono essere presi dalle autorità e rasati a zero come punizione pubblica e come dimostrazione di rigida disciplina per aver mangiato durante il Ramadan. Prega per i cristiani del Balngladesh.

BRUNEI
3-4 maggio – Anche i musulmani del Brunei osservano il Ramadan durante questo mese, ecco perché è importante continuare a pregare per il Paese. Prega che la mano di Dio sia sulla popolazione del Brunei e che possa trovare la vera speranza in Gesù.

MALESIA
5-6 maggio – Durante il periodo di Ramadan per i credenti nascosti è sempre più difficile passare inosservati. Uno di loro ha detto: “La mia famiglia mi chiedeva sempre se avevo già digiunato e pregato. È stato molto difficile per me”. Prega che Dio dia la saggezza e l’audacia per gestire al meglio queste situazioni

MALDIVE
7-8 maggio – Il Ramadan è utilizzato dai musulmani come un tempo di miglioramento spirituale, per guadagnarsi meriti che sperano possano coprire gli errori fatti nell’arco del tempo. Prega per tutti i musulmani maldiviani che in questo periodo stanno cercando il loro dio, che nel mezzo della ricerca possano incontrare la vera luce, Gesù.

BANGLADESH
9-10 maggio – Il Ramadan è un’opportunità per i cristiani del Bangladesh di raggiungere i musulmani e condividere il Vangelo con loro. Prega per audacia e saggezza.
11-12 maggio – I cristiani ex-musulmani possono subire pesanti pressioni da parte della famiglia o della comunità per partecipare al digiuno nel periodo di Ramadan. Prega che Dio continui a sostenerli per rimanere saldi nella fede in Gesù.
13-14 maggio – Il lavoro di Porte Aperte/Open Doors continua normalmente durante il periodo di Ramadan, includendo discepolato, formazione, alfabetizzazione e sostegno ai cristiani che si trovano ad affrontare situazioni di emergenza. Prega che Dio continui a donare ai nostri partner locali saggezza ed energia durante tutto il periodo.
15-16 maggio – Attraverso il digiuno, i musulmani cercano di avvicinarsi a Dio. Per i primi giorni sarà più semplice osservarlo, poi, a causa del lavoro o delle condizioni di salute, in diversi non saranno in grado di continuare fino alla fine. Prega che queste persone possano rendersi conto che non è il digiuno a portare a Dio ma la salvezza in Gesù Cristo.
17-18 maggio – I musulmani credono che il digiuno durante il Ramadan purifichi il corpo, il cuore e la mente, ricordando loro la sofferenza dei più poveri. Prega dunque affinché Dio li porti ad avere più empatia con coloro che soffrono, specialmente con coloro che non condividono la loro stessa fede, come i cristiani. Prega anche per coloro che perseguitano i cristiani, affinché si convertano.
19-20 maggio – Il Ramadan è considerato il mese del sacrificio, ma molti uomini d’affari lo prendono come un’opportunità per guadagnare più soldi. Per questo il prezzo delle merci aumenta, fino a diventare alle volte fuori controllo. Prega che gli imprenditori comprendano il significato del sacrificio e taglino gli aumenti di prezzo, in modo che tutte le persone possano permettersi di comprare ciò di cui hanno bisogno, specialmente i più poveri.
21-22 maggio – Alla fine del Ramadan, i musulmani celebrano la rottura del digiuno (Eid al-Fitr). Tutti gli uffici, siano essi governativi, privati o educativi, rimarranno chiusi. In molti torneranno nei propri villaggi o città di origine per trascorrere tempo con i familiari, per questo motivo i sistemi di trasporto nazionali saranno sovraccaricati e il rischio di incidenti stradali aumenterà. Prega per viaggi sicuri per tutti.
23 maggio – Con la fine del Ramadan e i ritorni ai luoghi di origine dalle famiglie per i festeggiamenti le città e le strade si svuoteranno e i crimini come per esempio le rapine o i furti aumenteranno. Prega per la sicurezza delle della popolazione, come anche per i cristiani.

MALDIVE
24-25 maggio – Prega che Dio apra le porte del Paese, ad oggi ancora 100% musulmano, affinché un giorno ci possano esserci maldiviani cristiani e che essi possano incontrarsi liberamente.

TURKMENISTAN
26-27 maggio – Prega per un gruppo segreto di donne cristiane in Turkmenistan. Recentemente, durante un incontro di preghiera e studio della Bibbia, la polizia ha fatto irruzione in casa. Prega per queste sorelle, per conforto, saggezza e coraggio.

UZBEKISTAN
28-29 maggio – Prega per il ministero tra i sordi portato avanti in Uzbekistan, sta crescendo rapidamente e in modo molto efficace. Nelle ultime settimane si sono susseguiti diversi eventi per giovani sordi e per i figli di genitori sordi. Molti di loro hanno accettato Gesù.
30-31 maggio – Amina* (14), Madina* (16) e Zarif* (19), 3 fratelli, figli di genitori sordi, sono tornati nella loro città dopo un incontro dove hanno deciso di seguire Gesù. Quando sono arrivati hanno subito condiviso la loro nuova fede con i genitori e con i parenti musulmani. Le reazioni sono state inaspettate e violente. Prega per questa famiglia e per la sicurezza di Amina, Madina e Zarif, quest’ultimo finito in ospedale.

*pseudonimi