Calendario di preghiera Ottobre 2018 – Novembre 2018

 

“A quelli che sono soli Dio dà una famiglia, libera i prigionieri e dà loro prosperità; solo i ribelli risiedono in terra arida”
(Salmo 68:6)

 

 

Prega per il lavoro di RICERCA di Porte Aperte, senza il quale non potremmo avere questi soggetti di preghiera.

 

Niger
25-26 settembre – Nel Niger ci sono circa 65.000 cristiani che vivono soprattutto nel sud e affrontano varie sfide tra cui la crescente pressione per convertirsi all’Islam e l’emarginazione economica. I nostri corsi per prepararli alla persecuzione sono fondamentali per questi fratelli. Preghiamo che il Signore li mantenga saldi in Cristo.
27-28 settembre – I nostri collaboratori hanno costatato anche l’importanza dei programmi di alfabetizzazione. Ringraziamo Dio perché li aiutano a migliorare le loro prospettive economiche.
29-30 settembre – Lodiamo Dio per l’intraprendenza e la fedeltà della Chiesa nella condivisione del Vangelo nonostante la povertà e le altre sfide. Preghiamo che il Signore provveda alle loro necessità.

Corea del Nord
1-2 ottobre – Pregate affinché Dio benedica i contatti fra Corea del Nord e USA. Grazie ai colloqui è diventato un po’ più facile aiutare i credenti nordcoreani con cibo, medicine, indumenti e altri materiali. Inoltre possiamo accogliere più persone nelle nostre case di rifugio in Cina.
3-4 ottobre – Ringraziate Dio, perché a maggio di quest’anno 3 cristiani sono stati rilasciati. Ringraziate perché possiamo avere la fiducia che un giorno Dio libererà tutti i prigionieri in modo che possano adorarLo apertamente.
5-6 ottobre – Ringraziate Dio per la forza che Egli dà ai prigionieri. Solo di rado sentiamo parlare di cristiani nordcoreani che sotto pressione hanno rigettato la loro fede. Al contrario tramandano il Vangelo di generazione in generazione.

Indonesia
7-8 ottobre – Il 15enne Daniel è morto quando un combattente jihadista si è lanciato nel terreno della chiesa con un’auto carica di esplosivi. Grazie ai tentativi di Daniel di fermarlo ci sono state poche vittime. Pregate affinché Dio consoli sua nonna e sua sorella che sentono molto la sua mancanza.
9-10 ottobre – I bambini cristiani vengono mortificati e ricevono voti più bassi rispetto ai loro compagni di classe musulmani. Vari fra loro si convertono all’islam. “Falliamo”, dice un responsabile locale di chiesa, “perché ci siamo impegnati troppo poco a nutrire la loro fede”. Porte Aperte istruisce i monitori di scuole domenicali affinché fortifichino la fede dei bambini. 

Somalia
11-12 ottobre – La Somalia è il paese numero 3 nella WWList 2018 di Porte Aperte. La società si aspetta che tutti i somali siano musulmani. Imam nelle moschee e nelle madrase affermano pubblicamente che non c’è spazio per il cristianesimo. Chiedete a Dio di costruire la Sua chiesa nonostante la feroce opposizione.
13-14 ottobre – Vivere la propria fede nel segreto è la realtà dei credenti nascosti in questo paese. Paura e oscurità sono parte integrante del cammino del cristiano somalo in questa terra. Pregate perché amore e speranza ristorino i loro cuori e li rendano forti.
15-16 ottobre – I terroristi islamici di al-Shabaab attaccano e uccidono i somali sospettati di conversione al cristianesimo. Almeno 23 somali, sospettati di essere diventati cristiani, sono stati assassinati l’anno scorso. Preghiamo che l’influenza di al-Shabaab si riduca e per la protezione dei credenti che hanno scelto coraggiosamente di seguire Gesù.
17-18 ottobre – La comunità cristiana è piccola e sotto costante attacco. Porte Aperte stima il numero di cristiani nel Paese a qualche migliaia. Pregate affinché si crei una viva comunione tra i credenti nascosti nonostante i pericoli, e perché tra loro vi siano esempi di fede matura e solida.
19-20 ottobre – Hassan* (24) fu rifiutato dalla sua comunità per aver scelto di seguire Gesù (sua storia a pg 7 della rivista). Anche se vuole condividere la sua fede, teme per la sua vita. Dice: “Per favore prega per i credenti somali, che rimangano saldi nella fede e non siano spazzati via dalle grandi ondate di persecuzioni”.
21-22 ottobre – Quando la famiglia di Aayan scoprì la sua fede in Cristo, provarono a ucciderla (sua storia a pg 7 rivista). Attraverso uno studio biblico facilitato da Porte Aperte ha trovato una nuova famiglia in Dio. Pregare con lei affinché la sua famiglia si arrenda a Cristo.
23-24 ottobre – Pregate per un maggior numero di missionari cristiani al servizio dei gruppi minoritari nelle zone più pericolose. Pregare per saggezza nello sviluppo di progetti sostenibili per le comunità attraverso i quali esprimere l’amore di Dio alla popolazione locale.
25-26 ottobre – Porte Aperte/Open Doors lavora in collaborazione per produrre programmi radiofonici in lingua somala. Chiedete a Dio di usare cantici, poesie e predicazioni in somalo trasmesse nel Corno d’Africa per portare speranza a molti fedeli somali isolati

Eritrea
27-28 ottobre – Sebbene il governo sia la principale fonte di persecuzione qui, i cristiani eritrei hanno espresso profonda preoccupazione per lo sviluppo dell’estremismo islamico in Eritrea. Pregare per avere la grazia di raggiungere persone di altre fedi con l’amore di Gesù.
29-30 ottobre – Ringraziamo Dio perché la crisi migratoria ha di fatto portato alla luce come mai prima d’ora ciò che accade in Eritrea. Preghiamo che questo costringa il governo eritreo a migliorare i diritti umani.
31 ottobre – Più di 300 cristiani sono stati arrestati per la loro fede lo scorso anno. Chiedete al Signore di sostenerli, di rafforzare la loro fede e incoraggiali ogni giorno attraverso il Suo Spirito.
1-2 novembre – Nonostante l’aumento delle persecuzioni, la chiesa continua a crescere. Molti hanno superato la paura dell’arresto. Un collaboratore ha detto che si tratta di un “risultato raggiunto grazie alle preghiere di tutti i santi e della Chiesa globale”.

Etiopia
3-4 novembre – L’estremismo islamico si è diffuso arrivando dalla Somalia, rendendo i cristiani vulnerabili, in particolare nelle zone rurali dove possono essere vittime di violenza e vedersi negare l’accesso alle risorse comunitarie. Pregate per protezione da parte di Dio.
5-6 novembre – Dopo aver ricevuto formazione teologica attraverso un partner di Porte Aperte, Sube ha equipaggiato e formato oltre 100 evangelisti e pastori a guidare le chiese e a predicare il Vangelo. Lodate Dio per il suo ministero fedele e pregate affinché continui a portare frutto per la Sua gloria.
7-8 novembre – I convertiti dall’islam al cristianesimo affrontano opposizione e spesso la negazione di diritti familiari quali successione e custodia dei figli. Chiedete al Signore di confortare e sostenere tutti coloro che devono affrontare queste circostanze oggi.
9-10 novembre – Pregate per i partner della chiesa che forniscono formazione, mezzi di sussistenza e soccorsi alla Chiesa. Pregate per avere saggezza su dove concentrare al meglio i loro sforzi.

Siria
11-12 novembre – Grazie a Dio per i gruppi scout siriani, che stanno svolgendo un ruolo enorme in sostegno agli adolescenti durante la guerra. George (17 anni) è venuto alla fede attraverso lo scoutismo della sua chiesa. “È stata un pilastro in questi 6 anni di guerra, lavorando senza sosta per servire i giovani”.
13-14 novembre – Pregate per i responsabili dei gruppi giovanili e delle scuole domenicali in Siria, affinché insegnino più sulla Bibbia e l’amore di Gesù ai bambini e ai giovani.
15-16 novembre – Pregate per i Centri di Speranza di Porte Aperte, diretti da chiese locali amiche, che offrono soccorso a decine di migliaia di profughi cristiani. Pregare per i responsabili di chiesa che hanno dovuto gestire le operazioni di soccorso e di aiuto al ritorno alle proprie case.
17-18 novembre – Alcuni rifugiati siriani nei paesi circostanti vengono alla fede perché vedono l’amore di Cristo nell’opera delle chiese. Ringraziamo Dio per i cristiani che li servono e studiano la Bibbia con loro.

Iraq
19-20 novembre – Grazie a Dio per aver reso solida la fede di molti cristiani iracheni. “Abbiamo visto che Dio non ci ha mai abbandonati, anche quando abbiamo dovuto fuggire dall’ISIS e negli anni trascorsi come profughi”, dice un responsabile di chiesa.
21-22 novembre – I partner di Porte Aperte hanno fornito oltre 200 micro-crediti per aiutare gli sfollati ad avviare una propria attività. Ringraziamo Dio che finora circa l’80% dei beneficiari sono stati in grado di restituire il prestito e a generare un reddito per sostenere la loro famiglia.
23-24 novembre – Nei villaggi c’è urgente bisogno di più attività per giovani. “I giovani hanno bisogno di qualcosa dove convogliare le loro energie”, dice un responsabile di chiesa. Pregate per i giovani.

Iran
25-26 novembre – Pregate per i cristiani condannati a vari anni di carcere a motivo del loro lavoro nelle comunità familiari iraniane.
27-28 novembre – Youcef e Mohammad saranno spostati per 2 anni in carceri lontane dalle loro famiglie. Che prospettiva terribile per le mogli e i figli di questi due credenti! Pregate affinché ricevano la forza per superare questa prova.
29-30 novembre – Il 23enne Malileh frequenta una comunità familiare dove lavora con i bambini. “Occupandomi di bambini vengo sfidata a crescere spiritualmente anch’io. Spero che questi bimbi diventino cristiani forti. Ogni bambino dovrebbe conoscere Gesù Cristo!”.