Calendario di preghiera Aprile 2018 – Maggio 2018

 

“Se abbiamo sperato in Cristo per questa vita soltanto, noi siamo i più miseri fra tutti gli uomini.”
(1 Corinzi 15:19)

 

 

Yemen

25-26 marzo – A motivo della guerra civile molti yemeniti sono fuggiti in territori più sicuri. Fra loro ci sono anche ex musulmani convertiti a Cristo. Pregate per coloro che hanno perso tutto e devono sopravvivere in povertà o dai parenti.

Qatar

27-28 marzo – Migliaia di operai stranieri lavorano per la costruzione di alberghi e di stadi calcistici per il Campionato Mondiale di Calcio che si terrà nel 2022. Fra loro ci sono molti cristiani. Gli operai vengono sfruttati ed è difficile per loro tornare a casa. Pregate per loro.
29-30 marzo – Pregate anche per le famiglie di questi credenti. Spesso le mogli e i figli non li vedono per mesi.

Kirghizistan

31 marzo – Hamida (pseudonimo) correva pericoli perché è cristiana. Perciò è stata accolta in una casa rifugio di Porte Aperte. Successivamente è tornata a casa, ma suo marito è molto aggressivo. Pregate affinché Dio protegga Hamida e i suoi figli.

Iraq

1-2 aprile – A maggio ci saranno le elezioni per un nuovo governo in Iraq. Ma a causa di ciò, ci sono già molti problemi politici che vedono una diminuzione della sicurezza. I cristiani soffrono doppiamente di questa instabilità.
3-4 aprile – Si prevede che le persone sfollate ritornino nei loro villaggi originari, sebbene non ci siano servizi pubblici e nemmeno garanzia di sicurezza. Pertanto, chi ritorna, di fronte alle tante difficoltà può essere tentato a riandarsene, mentre altri valutano di emigrare dal paese. Pregate per loro perché stanno affrontando ogni genere di difficoltà.

India

5-6 aprile – Preghiamo per la situazione politica di Chhattisgarh, dove i seguaci del BJP (partito al governo) pianificano una processione chiamata “Ekatma yatra” per spingere persone di tutte le comunità a seguire la religione indù.
7-8 aprile – “Dhatu sangrah” è un movimento i cui religiosi induisti vanno porta a porta a chiedere metalli preziosi con cui la gente dovrebbe mostrare il proprio amore verso le divinità indù, e promuovere l’induismo. Preghiamo affinché proprio questi religiosi indù possano conoscere l’amore di Dio.
9-10 aprile – Pregate per lo stato di Jharkhand. A causa della legge anti-conversione, i gruppi estremisti stanno diventando più attivi e preoccupano i credenti.
11-12 aprile – Sempre più spesso sentiamo di cristiani indiani gravemente maltrattati. Soprattutto i pastori sono bersaglio dei radicali indù. Pregate affinché ricevano coraggio e protezione.

Vietnam

13-14 aprile – Pregate per il nostro personale locale in Vietnam costantemente in viaggio in diverse province del paese per visitare e seguire i nostri progetti. Pregate affinché il Signore doni loro saggezza nel prendere decisioni e guida verso le persone giuste con cui connettersi.

Maldive

15-16 aprile – I maldiviani sono ancora un popolo non raggiunto dal Vangelo. Pregate Dio che crei loro delle opportunità per conoscerlo.
17-18 aprile – I pochi credenti nascosti nel paese si sentono molto isolati. Pregate Dio che li incoraggi a incontrarsi e a sostenersi l’un l’altro nella fede.

Libia

19-20 aprile – Molti credenti in Libia soffrono per i traumi di aver vissuto sotto un dittatore, di aver sopportato una guerra civile e di aver subito persecuzioni. Pregate che Dio intervenga in queste situazioni difficili e affinché guarisca i loro traumi.
21-22 aprile – Preghiamo per Habib*, un credente solitario nel paese. Chiediamo a Dio che possa trovare altri credenti nella sua zona con cui incontrarsi.
23-24 aprile – Preghiamo per i cristiani africani nel paese. Esiste una grande comunità di credenti africani che lavorano e vivono in Libia, ma vivono nelle stesse terribili circostanze di ogni libico. Chiediamo a Dio che siano in grado di sopravvivere alle difficoltà del paese e a testimoniare la loro fede.

Kirghizistan

25-26 aprile – Recentemente una chiesa cristiana è stata bruciata nella regione di Issyk-kul nella città di Kajisay. Secondo i fratelli, la polizia non sembra molto interessata a scoprire i colpevoli. Anche una casa di preghiera locale appartenente alla chiesa è stata bruciata. Pregate per i cristiani che ora sono alla ricerca di un posto in cui riunirsi.

Nigeria

27-28 aprile – Esther* è stata prigioniera dei Boko Haram per poco più di un anno. Durante quel periodo è stata sottoposta a continue pressioni per rinunciare alla sua fede. È stata violentata più volte ed è rimasta incinta. Dopo la liberazione, ha appreso che la sua gente non era così ansiosa di dare il bentornato alle “donne Boko Haram”, tanto meno ai loro figli. Pregate per Esther e per tutte le ragazze che, come lei, hanno subito questa sorte terribile.

Indonesia

29-30 aprile – Preghiamo per i seminari di formazione dei monitori di scuola domenicale a Sumatra Occidentale. Vogliamo preparare i partecipanti a insegnare ai bambini i fondamenti biblici della loro fede.

Malesia

1-2 maggio – Molte chiese della Malesia occidentale temono di affrontare la persecuzione. Preghiamo per i nostri collaboratori che stanno tenendo seminari di formazione per preparare i credenti e rafforzarli alla persecuzione che sta arrivando.

Algeria

3-4 maggio – Negli ultimi mesi il governo algerino ha aumentato le pressioni sulla Chiesa. Per favore pregate affinché i leader della Chiesa gestiscano questa situazione con saggezza e audacia, e guidino i credenti a dimostrarsi forti ed entusiasti di Gesù.

Tunisia

5-6 maggio – Preghiamo per Bahir*, la sua casa è stata perquisita dalla polizia e la sua Bibbia e i suoi libri cristiani sono stati confiscati. Più tardi, Bahir ha riavuto i suoi libri, ma rimane sotto sorveglianza. Preghiamo che Dio gli doni forza e lo protegga.
7-8 maggio – La sua famiglia sta perseguitando Aisha* e la sta minacciando di portarle via i due figli a causa della sua fede. Preghiamo che Aisha rimanga salda nella sua fede e perseveri nella sua comunione con il Signore.

Laos

9-10 maggio – La nostra squadra locale organizza un campo giovanile di 300 ragazzi nella parte meridionale del Laos. Preghiamo per sicurezza e saggezza del Signore per coloro che frequentano il campo giovanile. Chiediamo a Dio che questo evento trasformi le vite di molti giovani nel paese affinché siano sale e luce per questa terra.

Yemen

11-12 maggio – Preghiamo per un leader che guida un gruppo di studio biblico. Preghiamo che altri giungano alla fede e che anche sua moglie apra il cuore a Gesù: sta facendo molte domande e sta studiando la Bibbia, ma ha paura poiché convertirsi significa persecuzione. In questi primi stadi della crescita spirituale, molti uomini sono credenti ma non le loro mogli. Preghiamo che i mariti rispecchino Cristo e il Suo amore per noi nella relazione con le loro mogli.

Camerun

13-14 maggio – La violenza dei Boko Haram ha ucciso oltre 2.000 persone e ne ha sradicate almeno 155.000 nel Camerun settentrionale dal 2014. Sebbene diverse no-profit siano presenti in quest’area per assistere gli sfollati, i cristiani spesso non vengono trattati equamente nelle distribuzioni. Questo è il motivo per cui Porte Aperte ha recentemente fornito aiuti di prima necessità a circa 300 famiglie cristiane sfollate nella città di Mora.

Bhutan

15-16 maggio – Vorremmo aiutare le famiglie cristiane attraverso l’assistenza scolastica, a partire dai figli dei pastori. Preghiamo che questi studenti supportati da Porte Aperte siano buoni amministratori delle benedizioni che riceveranno, al fine di diventare cittadini rispettati nel loro paese.

Sri Lanka

17-18 maggio – Jit*, un pastore dei giovani, in una delle province nord-orientali dello Sri Lanka, ringrazia il Signore per avergli dato l’opportunità di partecipare a un seminario di preparazione alla persecuzione. In seguito, il pastore Jit ha inviato 50 giovani della sua chiesa per frequentare lo stesso programma. Pregate per questi giovani, affinché possano perseverare nella loro fede, indipendentemente dalle circostanze che affrontano.

Myanmar

19-20 maggio – Lodate Dio per i raduni organizzati da collaboratori cristiani in Myanmar. Preghiamo per questi collaboratori che, mentre continuano a incoraggiare le chiese nel loro paese, siano incoraggiati a perseguire con passione ciò che il Signore ha messo nei loro cuori.
21-22 maggio – Ringraziamo Dio per il raduno che ha riunito per la prima volta 120 pastori e responsabili di diverse denominazioni e tribù, per condividere le loro storie sulle difficoltà che hanno incontrato nei loro ministeri.

Bangladesh

23-24 maggio – Preghiamo per i partecipanti a due seminari di preparazione alla persecuzione. Chiediamo a Dio che possano comprendere bene gli insegnamenti, metterli in pratica nella loro vita e incoraggiare altri a diventare forti nella fede.
25-26 maggio – “La mia famiglia aveva minacciato di uccidermi perché credo in Cristo. I miei vicini mi prendono in giro tutti i giorni. La comunità musulmana si lamenta di me, e sono stato arrestato e incarcerato per tre giorni”, ci ha detto il pastore Jashim. Preghiamo che Dio gli doni forza e coraggio e che i suoi persecutori conoscano Cristo.

Brunei

27-28 maggio – Continuiamo a pregare per i credenti nascosti, affinché trovino dei buoni e fidati mentori per seguirli spiritualmente e per incoraggiarli a testimoniare la loro fede.

Iran

29-30 maggio – Molti giovani iraniani si convertono a Cristo. “Ho perso molte amiche dopo la mia conversione”, ci ha detto la 17enne Kyana (pseudonimo). “Tuttavia due mie amiche si sono convertite a Cristo, dopo che ho parlato loro della mia fede!”. Preghiamo per questi giovani, hanno bisogno di forza e coraggio per affrontare le pressioni della loro società.
31 maggio – Preghiamo per i fratelli e sorelle in carcere. Per i responsabili di chiesa che sono sorvegliati dal governo, che Dio doni loro saggezza e guida.