Periodo preso in esame:

1 novembre 2016 – 31 ottobre 2017

Posizione nella WWL:

WWL 2018 Punti: 57 / Posizione: 44
WWL 2017 Punti: 55 / Posizione: 45
WWL 2016 Punti: 53 / Posizione: –

Dati Generali

Leader: Maithripala Sirisena
Popolazione: 20.905.000
Cristiani: 1.925.000
Religione Principle: Buddismo
Governo: Repubblica

Da dove viene la persecuzione

Le principali fonti di persecuzione sono i movimenti buddisti radicali, talvolta appoggiati da funzionari (locali). Nonostante le elezioni di un nuovo governo nel 2015 abbiano portato a una lieve riduzione delle attività del gruppo Bodu Bala Sena, hanno via via preso piede altri movimenti come Sinha Le.

Questi proclamano lo Sri Lanka una nazione buddista singalese e hanno lanciato anche una grande campagna con adesivi per promuovere questa ideologia. Bodu Bala Sena ora è un partito politico, ma finora non ha riscosso particolare successo. Nonostante il Bodu Bala Sena (lett. Forza del Potere Buddista) si sia concentrato prevalentemente ad attaccare le minoranze musulmane, spesso anche i cristiani e le chiese sono presi di mira. I famigliari e le autorità dei villaggi nelle zone rurali hanno insultato e chiesto ai cristiani ex-buddisti di lasciare il villaggio.

Qual è l’impatto sui cristiani?

I cristiani ex-buddisti e ex-indù subiscono le forme più gravi di persecuzione. Sono soggetti a molestie, discriminazione ed emarginazione da parte della famiglia e della comunità. Sono sottoposti a pressioni affinché rinuncino al cristianesimo, in quanto tale conversione è considerata un tradimento: tutte le persone di etnia singalese (la maggioranza nello Sri Lanka) dovrebbero essere buddiste. Allo stesso modo, tutte le persone di etnia tamil, la minoranza nel nord-est, dovrebbero essere indù. La minoranza cristiana è parzialmente tollerata, mentre i convertiti al cristianesimo non lo sono. Inoltre le chiese non tradizionali sono spesso oggetto di attacchi dei vicini, a cui spesso si aggiungono monaci buddisti e funzionari locali, che richiedono la chiusura dei locali della chiesa, considerati illegali. Spesso le folle protestano contro le chiese e le attaccano, specialmente nelle aree rurali.

Esempi

  • La maggior parte delle scuole statali non insegna il cristianesimo come materia, pertanto i bambini cristiani sono costretti a studiare buddismo o induismo. Sono stati segnalati casi in cui i bambini sono stati costretti a partecipare a riti buddisti.
  • Il 5 gennaio 2017 una folla, presumibilmente guidata da un monaco buddista, ha attaccato il centro di preghiera Kithu Sevana, a Paharaiya nel nord-ovest dello Sri Lanka. Il leader della chiesa ha affermato: “Prima ci hanno minacciati a parole, poi sono arrivati con bastoni, spranghe e coltelli e hanno distrutto tutto”.
  • Nel marzo 2017 un gruppo di circa 50 persone, inclusi monaci buddisti, ha fatto irruzione nella Christian Fellowship Church a Ingiriya, nel distretto Kalatura, esigendo dai cristiani la cessazione dei culti, accusandoli di disturbare la pace. Quando il pastore è rientrato a casa dalla stazione di polizia, ha trovato le finestre di casa sua rotte e una folla ad attenderlo.
  • L’arcivescovo di Colombo, il cardinale Malcolm Ranjith, a giugno 2017 ha affermato pubblicamente che non si sono verificati attacchi o chiusure forzate di chiese nel paese. Dati i casi documentati di attacchi contro chiese nel periodo preso in esame dalla WWL 2018, questo indica che con ogni probabilità egli considera come cristiani solo i cattolici romani.

Come Porte Aperte aiuta la Chiesa nello Sri Lanka

Porte Aperte/Open Doors basa il proprio servizio alla Chiesa in Sri Lanka sui seguenti pilastri:

  • Distribuzione di Bibbie e altro materiale cristiano
  • Progetti di Sviluppo Socio Economico per le persone colpite dalla persecuzione
  • Assistenza alle chiese investite dalla violenza dei persecutori
  • Preparazione dei cristiani alla persecuzione per mezzo del corso ‘Resistere nella Tempesta’ (SSTS)

Come il corpo di Cristo può pregare nello Sri Lanka

  • Pregate per i pastori in Sri Lanka che sono spesso derisi e disturbati dai loro vicini nell’espletamento delle loro funzioni. Pregate affinché la loro fede non vacilli e prendano forza dal Signore quando si sentono venir meno.
  • La persecuzione dei cristiani in Sri Lanka sta cambiando dalla forma violenta alla forma della pressione legale e amministrativa. Molti cristiani sono all’oscuro dei loro diritti e sono finanziariamente impreparati a sostenere il costo dei processi in tribunale. In molti casi rinunciano alle battaglie legali e di conseguenza, quando non finiscono in prigione, hanno la fedina penale sporca e ciò compromette la loro reputazione nella comunità in cui vivono. Pregate per la protezione legale dei cristiani affinché non siano oggetto di bullismo e di abusi dal governo.
  • In Sri Lanka, un gruppo politico radicale chiamato Sinha Le (lett. il sangue del leone) sta crescendo in importanza dall’inizio del 2016. Questo gruppo semina l’odio contro le minoranze del paese quindi non solo contro i cristiani ma anche contro i musulmani e gli indù. Pregate per lo Sri Lanka affinché prevalga un atteggiamento tollerante verso le minoranze nel paese.
Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA