Periodo preso in esame:

1 novembre 2018
31 ottobre 2019

Posizione nella WWL:

WWL 2020
Punti: 63 / Posizione: 36
WWL 2019
Punti: 66 / Posizione: 26
WWL 2018
Punti: 62 / Posizione: 31

Dati Generali

Leader: Recep Tayyip Erdoğan
Popolazione: 81.900.000
Cristiani: 194.000
Religione Principale: Islam
Governo: Repubblica presidenziale

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione islamica.
  • Nazionalismo religioso.
  • Antagonismo etnico.
  • Paranoia dittatoriale.

Perché i cristiani sono perseguitati in Turchia?

Il governo non ha preso di mira in particolare i cristiani, ma il fortissimo nazionalismo religioso nella società turca esercita su di loro una forte pressione e non lascia quasi alcun spazio ai cristiani di proclamare un messaggio alternativo rispetto all’islam. Il lavoro dei media sui cristiani è tendenzioso e gli stessi regolarmente sperimentano discriminazioni quando interagiscono con le autorità. I cristiani non hanno accesso a impieghi statali e sono oggetto di pregiudizi nell’impiego privato.

Per quale motivo la Turchia ha cambiato posizione all’interno della WWL?

Il punteggio relativo alla pressione aumenta, ma c’è stato un brusco declino nel punteggio della violenza, anche considerando la deportazione forzata di almeno 23 cristiani stranieri con le proprie famiglie, che stavano lavorando nella chiesa locale. Negli ultimi 12 mesi sono diminuiti gli attacchi alle chiese.

Com’è la vita per i cristiani in Turchia?

I cristiani ex musulmani spesso nascondono la loro fede. Se venissero scoperti subirebbero forti pressioni dalle proprie famiglie; lasciare l’islam è considerato come un tradimento verso la propria identità turca e motivo di vergogna per la famiglia. Potrebbero subire divorzi e la perdita dei diritti all’eredità. Sebbene i convertiti ex musulmani possono cambiare legalmente la loro affiliazione religiosa sui documenti d’identità, farlo è però un processo stressante e difficile. Coloro che provengono da minoranze etniche come greci ortodossi e cristiani armeni e siriaci sperimentano discriminazioni sul luogo di lavoro soprattutto dove gli impiegati sono legati al governo. L’affiliazione religiosa viene registrata sui documenti d’identità così è più facile discriminare i cristiani.

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Turchia?

Porte Aperte sta innalzando preghiere per i credenti in difficoltà e per la Turchia in generale.

Come pregare per la nazione

Spirito Santo tieni in vita la tua chiesa in Turchia. Dai pace a coloro che sono costretti a tenere segreta la loro fede. Proteggi e provvedi per coloro che sono discriminati sul posto di lavoro e dai saggezza e coraggio alle chiese che vogliono condividere la buona notizia di Gesù.