Giordania
Leader
Re Abdullah II
Popolazione
10.320.000
Cristiani
180.000 (secondo stime di OD)
Religione principale
Islam
Governo
Monarchia costituzionale parlamentare

Livello di persecuzione

Violenza
3
Vita di chiesa
12.5
Vita civile
12.3
Vita sociale
11
Vita famiglia
14
Vita privata
12.9

Giordania

Sceso di 1 posizione rispetto alla World Watch List 2021.

Fonti di persecuzione

Che aspetto ha la persecuzione in Giordania

Rispetto ai cristiani che vivono in altri Paesi del Medioriente, la maggior parte dei cristiani in Giordania gode di un livello di libertà religiosa relativamente alto, ma i cristiani di origine musulmana possono trovare opposizione. Se un cristiano di origine musulmana dichiara pubblicamente la sua fede rischia pestaggi, arresti o anche alla morte.

Lo Stato esercita pressione su tutte le comunità cristiane, specialmente attraverso la sorveglianza. Le chiese non riconosciute, in particolare quelle che evangelizzano, possono affrontare molestie dalle autorità pubbliche. I cristiani che condividono attivamente la loro fede, o aiutano i convertiti, possono affrontare ostilità.

La presenza degli estremisti islamici, compresi i jihadisti di ritorno da Siria e Iraq, continua a costituire una minaccia per la comunità cristiana.

In che modo le donne sperimentano la persecuzione

Le donne cristiane che si convertono dall’islam sono particolarmente esposte alla persecuzione. Le conseguenze che potrebbero affrontare includono segregazione domestica, pestaggi, molestie sessuali, restrizioni per viaggiare, separazione dai figli, matrimonio forzato e anche la morte. Secondo la Sharia (legge islamica), non possono sposare un uomo cristiano, nemmeno all’estero. In generale, tutte le donne cristiane vengono pressate per seguire uno specifico codice d’abbigliamento.

In che modo gli uomini sperimentano la persecuzione

Se la loro fede viene scoperta, gli uomini cristiani di origine musulmana possono vedersi negati i nulla osta per la protezione e il lavoro, o possono subire estorsioni attraverso multe. A casa questi convertiti sono anche esposti a rifiuto, attacchi o allontanamento. Secondo la Sharia (legge islamica), i matrimoni tra un uomo cristiano di origini musulmane e una donna cristiana non sono permessi.

Gli uomini cristiani possono anche subire pressione da parte delle autorità per fornire informazioni su altri cristiani, specialmente quelli coinvolti nell’aiutare i convertiti. Queste pressioni hanno spinto molti uomini ad emigrare dal Paese e ciò ha potenzialmente un impatto negativo sulla futura leadership della Chiesa.

La parola a Tareq (pseudonimo)

“Ero un bullo, un attaccabrighe. Ma ora sono un membro impegnato di questi gruppi e partecipo alle riunioni di studio biblico due volte a settimana. Ora sono una nuova creatura in Gesù Cristo. Assomiglio sempre di più a Lui.”

Cosa è cambiato quest’anno

Nonostante la perdita di una posizione nella WWList, l’ostilità contro i cristiani è leggermente aumentata. C’è stato un incremento degli episodi di violenza denunciati e una minore tolleranza per le pubbliche manifestazioni di fede cristiana, come ad esempio esporre apertamente versi biblici.

Chi è più vulnerabile alla persecuzione

Generalmente il livello di persecuzione è lo stesso in tutta la Giordania, anche se il controllo sociale è probabilmente più alto nelle aree rurali. Il Sud del Paese è anche noto per essere più islamico conservatore.

In che modo Porte Aperte aiuta i cristiani in Giordania

Porte Aperte lavora con i partner locali in Giordania per supportare i cristiani attraverso seminari, aiuti umanitari e progetti di riabilitazione.

Soggetti di preghiera

Pregate:

  • Che i cristiani di origine musulmana siano equipaggiati, incoraggiati e rafforzati per restare saldi e crescere nella loro fede;
  • Che si aprano sempre più opportunità per i cristiani di parlare agli altri di Gesù;
  • Che il Signore continui a suscitare nuovi leader per servire la Chiesa in Giordania;

GALLERY

Giordania Galleria 01
Giordania Galleria 02
Giordania Galleria 03
Giordania Galleria 04
Giordania Galleria 05
Giordania Galleria 06