Porte Aperte offre informazioni sulla persecuzione dei cristiani affidabili. In questa sezione ci prefiggiamo di smascherare fake news (bufale) che spesso girano su social, via email o whatsapp e qualsiasi altro canale comunicativo. Ci proponiamo come valido aiuto anche per i media primi interessati a non pubblicare informazioni non veritiere.

Alcuni consigli per aiutarti a riconoscere una fake news:

Di seguito alcune fake news o bufale che spesso circolano:

229 missionari cristiani codannati a morte in Afghanistan...
“Oggi purtroppo hanno appena confermato questa terribile notizia. Per favore pregate per i 229 missionari cristiani, che sono stati condannati a morte dagli islamici afghani domani pomeriggio. Per favore, puoi trasmettere questo messaggio il prima possibile in modo che molte persone possano pregare. Questo messaggio è stato inviato da JUDITH CARMONA, un missionario di Chihuahua che si trova in Africa. L’intero pianeta è unito nella preghiera.
Se riesci a inviarlo di nuovo, ti preghiamo di unirti alla preghiera urgente, anche perché il gruppo islamico radicale ha appena preso Quaragosh, la più grande città cristiana in Iraq. Dove ci sono centinaia di cristiani, donne e bambini che vengono decapitati. Stanno chiedendo la copertura della preghiera. Per favore, prendi un minuto e prega per loro. Passa il messaggio a chiunque tu possa.”
Impiccato in Iraq per non aver rinnegato Cristo...

“Guarda questa foto, quest’uomo è stato impiccato in Iraq per essersi rifiutato di rinnegare Gesù Cristo. Guarda la gioia sul suo volto mentre saluta la famiglia. Guarda il sorriso sulla sua faccia. Oh, Dio. Che la sua anima possa riposare in pace nel nome di Gesù. Sei tu orgoglioso di Gesù? Se lo sei, inoltra questo messaggio, al contrario ignoralo. Dio sta guardando”.

Queste le parole ricevute tramite WhatsApp in quella che si è mostrata come l’ennesima fake news virale. Le immagini riportate, in realtà, fanno riferimento all’esecuzione di due assassini a Teheran (Iran, non Iraq) risalente al 2007.

QUI puoi trovare la notizia vera riportata dalla BBC.

 

 

Londra chiude 500 chiese e apre 430 nuove moschee...
Rimpalla via WhatsApp un articolo allarmistico dal suddetto titolo, ma che a una più attenta analisi si rivela essere una fake news. L’articolo appare tendenzioso e instilla paura e odio nei confronti della comunità musulmana in Inghilterra. In questa nostra sezione dedicata alle bufale o fake news lo prendiamo in esame poiché tocca una delle reali “fonti di persecuzione” individuate da Porte Aperte, ossia l’oppressione islamica, alimentata quest’ultima dal movimento islamista. 

Ci giungono richieste di conferma di una notizia allarmistica diffusa dal sito yournewswire.com (QUI la notizia) che sta girando via WhatsApp. Ebbene trattasi di una fake news di ultima generazione, se così si possono definire, poiché mescola dati reali con informazioni falsate per creare un allarmismo incendiario in quest’epoca di violenza verbale. Il titolo in sé è una bufala, se si pensa che il numero di chiese in Inghilterra è cresciuto dal 2008 ad oggi, e solo a Londra dal 2008 al 2013 avevano aperto 700 nuove chiese (e il trend a quanto pare continua, secondo il report UK Church Statistics, basato sulle ricerche di dott. Brierley della Durham University).

Perché ce ne occupiamo qui?

Perché l’obiettivo dell’articolo è tendenzioso: instillare ansia e rigetto nei confronti del mondo musulmano, e la nostra agenzia missionaria vuole essere attenta a queste dinamiche poiché opera in molti di questi paesi. Porte Aperte/Open Doors (che tra l’altro ha una base in Inghilterra) denuncia nella propria World Watch List (report annuale sulla persecuzione dei cristiani nel mondo) le varie fonti/motori di persecuzione anticristiana, ponendo nel 2018 al primo posto ancora l’oppressione islamica. Aggiungiamo poi che il movimento islamista con la sua precisa agenda esiste, è una realtà da tenere in attenta considerazione e cui i governi di ogni latitudine farebbero bene a prestare attenzione (a tal proposito leggete il nostro Dossier di approfondimento sulla WWList 2018, che potete ricevere abbonandovi gratuitamente QUI, nel quale vengono spiegate anche le tendenze di questo preoccupante movimento).

Nel mondo islamico dunque esiste un problema di oppressione e persecuzione dei cristiani (e di altre minoranze), così come esiste un movimento islamista con una preoccupante agenda, ma dire che ciò rappresenta tutti i musulmani è un falso, quanto dire che tutti i musulmani sono terroristi.

Perciò l’articolo di yournewswire è da bollare come fake news e temiamo miri ad alimentare tensione (nota: lo stesso sito di fact checking USA Snopes ha smontato la tesi di questo articolo). Ma al di là di questo è per noi cruciale sottolineare quanto sia importante basarsi su dati reali e non su montature e fake news per formarsi un’opinione su temi così importanti. Porte Aperte propone dati e informazioni attendibili sulla persecuzione e sulle relative fonti (o motori) che la alimentano.

E’ anche un’occasione per ribadire quanto Open Doors NON sia “contro” qualsivoglia religione, ideologia, movimento, partito, ecc., poiché i nostri valori fondanti parlano chiaro: noi siamo pro-Cristo e, permetteteci di dire, Lui è stato molto chiaro su come trattare il prossimo (di qualunque religione, classe sociale, genere fosse), anche nell’eventualità si trasformi in un nemico (“Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”, Matteo 5:44).

22 missionari codannati a morte in Afghanistan...
“Preghiamo per i 22 missionari che sono stati condannati a morte, una di loro è la sorella Cath missionaria della città e Januària-mg, che sarà uccisa domani da afgani islamici. Cercate di non tardare e passare questo messaggio molto rapidamente in modo che altre persone possano pregare.”
Destinati a morte per domani mattina in Afghanistan...
“Per piacere preghiamo per i 22 missionari cristiani, che sono già destinati a morte per domani mattina per mano degli islamici afgani. Fate girare questo messaggio il più presto possibile così molti potranno pregare per loro.”
20 chiese bruciate la scorsa notte in India...
“Pregate per la chiesa in India. 20 chiese sono state bruciate la scorsa notte. E stanotte vogliono distruggere più di 200 chiese nella provincia di Olisabang. Vogliono uccidere 200 missionari entro le prossime 24 ore. Tutti i cristiani stanno fuggendo dai villaggi…”
Un musulmano egiziano ha ucciso la moglie...

“Una notizia che sta scuotendo l’Egitto. Un musulmano egiziano ha ucciso la moglie perché lei stava leggendo la Bibbia e poi l’ha seppellita con il suo bambino nato da pochi giorni e una figlia di 8 anni. I bambini sono stati sepolti vivi! Ha poi detto alla polizia che uno zio aveva ucciso i bambini. Quindici giorni dopo, un altro membro della famiglia è morto. Quando sono andati a seppellirlo, hanno trovato due bambini sotto terra! Erano VIVI! Il paese è in stato di shock e l’uomo verrà processato… hanno chiesto alla bambina di 8 anni come era riuscita a sopravvivere per tanto tempo e lei ha detto: “Un uomo che indossava abiti luminosi e con delle ferite sanguinanti sulle sue mani, veniva ogni giorno per darci da mangiare. Egli svegliava sempre mia madre affinchè allattasse mia sorella”.
La bambina è stata intervistata in Egitto su una televisione nazionale da una giornalista che aveva il viso coperto. Ha detto sulla TV pubblica: “E ‘stato Gesù, che è venuto a prendersi cura di noi, perché nessun altro fa cose del genere!”