Kuwait
Leader
Amir Sabah al-Ahmad al-Jabir al-Sabah
Popolazione
4.249.000
Cristiani
512.000
Religione principale
Isam
Governo
Monarchia costituzionale; emirato

Livello di persecuzione

Violenza
0.7
Vita di chiesa
13.4
Vita civile
11.5
Vita sociale
9.9
Vita famiglia
13.1
Vita privata
13.2

Kuwait

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione islamica.
  • Antagonismo etnico.
  • Paranoia Dittatoriale.

Perché i cristiani sono perseguitati in Kuwait?

La conversione dall’islam ad un’altra fede non è ufficialmente riconosciuta, e può portare a problemi legali in merito al diritto della persona e al diritto di proprietà.

L’evangelizzazione è rigorosamente vietata, dato che l’educazione e la letteratura religiosa cristiana sono considerate offensive nei confronti dell’islam.

I cristiani immigrati sono relativamente liberi di praticare la loro religione in modo informale. Ma, i luoghi di culto esistenti e registrati sono insufficienti rispetto al numero di persone che vogliono riunirsi, ciò può portare a tensioni tra i diversi gruppi cristiani. E’ difficile ottenere una proprietà da adibire a luogo di culto.

Per quale motivo il Kuwait ha cambiato posizione, all’interno della WWL?

L’incremento di 2 punti del Kuwait è dovuto principalmente all’accesso a nuove fonti e ad una rivalutazione della situazione nel paese. Ma, mentre il punteggio di altri paesi sale, il Kuwait mantiene la sua posizione nella lista.

Com’è la vita per i cristiani in Kuwait?

I credenti del Kuwait con radici musulmane devono affrontare pressioni da parte delle loro famiglie e rinnegare la loro fede. Ad esempio, i cristiani che subiscono pressioni molto forti non possono avere un matrimonio o un funerale cristiano ufficiale. Inoltre rischiano di essere discriminati, molestati, monitorati dalla polizia ed intimiditi da gruppi di vigilantes.

I luoghi di culto sono soggetti a limitazioni.
I lavoratori cristiani immigrati sono liberi di praticare in modo informale, mentre le lavoratrici sono soggette a molestie sessuali ed abusi.
I casi di cristiani feriti, imprigionati o uccisi per la loro fede sono rari.

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Kuwait?

Porte Aperte sostiene il Corpo di Cristo nella Penisola Araba organizzando preghiere, distribuendo testi e formando credenti e pastori.

Come pregare per la nazione

Secondo la Costituzione del Kuwait, l’islam è la religione di stato e la legge islamica è un’importante fonte per il legislatore. Pregate affinché il paese si sposti verso una maggiore libertà religiosa.
Pregate per le famiglie dei cristiani ex-musulmani affinché possano vedere l’amore di Cristo nella vita dei loro congiunti cristiani. Pregate affinché condividano la loro fede con le persone attorno a loro in modo saggio.
Nella società i cristiani sono percepiti come cittadini di seconda classe, estranei e infedeli. Viene loro impedito di partecipare attivamente alla vita comunitaria. Pregate affinché la comunità cristiana non sia scoraggiata da questi atteggiamenti ma continui a condividere l’amore di Cristo al loro prossimo musulmano.

GALLERY

01
02
03
04
05
06