ACCETTA LA SFIDA, DIVENTA UNO SPEAKER DI PORTE APERTE!

 

Scopo – Negli anni la figura dello speaker-volontario per la nostra missione ha acquisito un’importanza strategica per lo sviluppo della nostra missione. Crediamo fermamente (per esperienza) che questo ruolo possa edificare la Chiesa italiana e la Chiesa perseguitata al tempo stesso. Uno speaker, innanzitutto, deve avere a cuore la missione in favore dei cristiani perseguitati, quindi deve conoscere Porte Aperte ed essere un suo sostenitore.

CompitoPresentare la missione nelle varie chiese della zona in cui vive, cooperando con lo staff interno della missione, che gli offrirà il supporto in termini di informazioni e strumenti specifici per realizzare il suo compito. Lo speaker si impegna per un periodo di tempo a supporto della missione, quindi il ruolo ha un inizio e una fine.

Competenze richieste – Sono richieste alcune competenze specifiche, proprio per la centralità della figura dello speaker-volontario:

a) buon inserimento nella sua chiesa locale;
b) conoscenze informatiche di base (posta, navigazione, videoscrittura) e disponibilità di una connessione internet personale;
c) disponibilità minima a viaggiare;
d) capacità di parlare in pubblico;
e) puntualità e serietà.

Come diventare Speaker di Porte Aperte – La collaborazione con Porte Aperte va vista come una sorta di impegno nel campo missionario a favore della Chiesa perseguitata.

  1. Dopo aver preso contatto con noi, si avvierà una fase di conoscenza reciproca (incontro col nostro ufficio, compilazione di un form aspiranti speaker, contatto col pastore/responsabile di chiesa di riferimento, ecc.).
  2. Percorso sul DNA della missione: attraverso un pacchetto per nuovi speaker composto da video e riflessioni guidate, l’aspirante sarà immerso nei valori fondanti di Porte Aperte. Seguirà una breve intervista con un membro dello staff.
  3. Breve corso su metodi e struttura operativa della missione.
  4. Periodo di prova.

Importante

  • Lo speaker partecipa a weekend formativi realizzati dalla missione, dove avrà accesso a una formazione e informazioni riservate.
  • Trattandosi di volontariato, per l’attività svolta non verrà corrisposto uno stipendio. 
  • La scelta del candidato è a completa discrezione della base italiana di Porte Aperte e verrà effettuata in base anche a colloqui (telefonici o personali).

Contatti – Chiunque fosse interessato è pregato di contattarci telefonicamente allo 045 6631224 oppure a: info@porteaperteitalia.org.