India: persecuzione sempre più intensa e nuovo report in arrivo

NELLA FOTO: Vaani*, cristiana indiana perseguitata dal marito per la fede.

India: persecuzione sempre più intensa e nuovo report in arrivo

Vaani* è una cristiana indiana saldamente radicata in Gesù nonostante la pandemia, la precarietà e la persecuzione violenta del marito a motivo della sua fede.

È stato quando è diventata cristiana, infatti, dopo la guarigione miracolosa di sua madre, che il marito ha iniziato a insultarla, a minacciarla e a picchiarla.

“Non gli piaceva che frequentassi la chiesa, per questo ci andavo di nascosto quando lui non era a casa. Poi, un giorno, mi ha seguito e l’ha scoperto”, racconta Vaani.

La violenza e la separazione

Quasi ogni giorno, suo marito tornava a casa ubriaco e aggrediva l’intera famiglia. Poi la scoperta: lui da tempo aveva una relazione extraconiugale. Vaani ha quindi deciso di trasferirsi a casa dei genitori portando con sé le due figlie.

Benedetta nella difficoltà

Già provata dalle violenze subite dal marito, Vaani ha affrontato condizioni di vita precarie, tra la difficoltà a trovare un lavoro perché senza una formazione professionale e lo scoppio della pandemia.

Venuti a conoscenza delle difficoltà della donna, i nostri partner locali sono intervenuti aiutandola ad aprire un piccolo negozio di stoffe. La cosa ha fatto infuriare il marito che, davanti all’indipendenza economica e alla fede solida di Vaani, ha reagito con violenza aggredendola sulla strada e ferendola alla testa.

Ora l’intera famiglia vive nella paura, mentre Vaani continua a frequentare la chiesa.

“Tutto quello che potevo fare era pregare che fossimo protetti dalla violenza di quest’uomo”, ha detto, “e per grazia di Dio fino a ora non l’abbiamo più incontrato”.

Vaani ringrazia i partner della nostra missione per l’aiuto e per le preghiere con cui è stata sostenuta nei momenti più difficili.

“Dio mi ha permesso di tenere lo sguardo fisso verso l’alto, liberandomi dalle sofferenze. Il vostro aiuto ha aperto le porte a molte benedizioni del Signore e sono certa che la mano di Dio è su di me!”, ha concluso.

Un quadro sempre più chiaro

Il prossimo giovedì 1° luglio pubblicheremo un nuovo importante report, commissionato da Porte Aperte alla London School of Economics, intitolato “Bugie distruttive: Disinformazione, incitamento alla violenza e alla discriminazione contro le minoranze religiose in India”, che sarà reso disponibile sul nostro sito. L’India è attualmente alla posizione n.10 della World Watch List.

*pseudonimo

India
Leader
Primo ministro Narenda Modi
Popolazione
1.383.198.000
Cristiani
67.356.000
Religione principale
Induismo
Governo
Repubblica parlamentare federale

Livello di persecuzione

Violenza
15.4
Vita di chiesa
13.7
Vita civile
14.9
Vita sociale
13.5
Vita famiglia
12.9
Vita privata
13