Emergenza Covid-19: pacchi viveri e prima necessità per perseguitati

35,00

Categoria:

Descrizione

Il coronavirus è un’emergenza globale, ma per milioni di cristiani essa si aggiunge alla persecuzione!

In Occidente siamo stati tutti in quarantena e isolamento, ma in luoghi come la Corea del Nord, la Somalia, l’Afghanistan questa pandemia globale cade su credenti nascosti in una situazione già di estrema vulnerabilità. E sta peggiorando.

I cristiani in Medio Oriente e in Africa stanno distribuendo tutto ciò che hanno per aiutare durante la crisi e hanno un disperato bisogno di più risorse per sopravvivere.

Dall’Asia all’Africa, in molti paesi i cristiani hanno accesso solo a lavori giornalieri, i primi a saltare in tempi di obblighi di restare a casa e ciò significa: NO LAVORO = NO CIBO.

E’ necessario intervenire per fornire risorse essenziali come medicine, aiuti alimentari, coperte, vestiti e sostegno finanziario.

Dona 35 euro per fornire pacchi viveri, medicine, coperte e sostegno di prima necessità a perseguitati in varie regioni

 

Nota: L’entità e la tipologia dei progetti cambiano tantissimo da regione a regione del mondo, ma anche in base alle condizioni sociali, politiche ed economiche della zona. Perciò procurare del cibo e dei beni di prima necessità in una particolare regione del Medio Oriente, per esempio, potrà costare molto di più dello stesso tipo di progetto realizzato in una regione asiatica (è solo un esempio generico). Molte sono le variabili che incidono sui costi: raggiungibilità, pericolosità, instabilità sociale, rete trasporti e stradale, supporto logistico, ecc. Quando le offerte per un progetto superano l’obiettivo prefissato, saranno destinate a progetti simili.