Corea del Nord
Leader
Presidente della commissione per gli affari di Stato Kim Jong Un
Popolazione
25.841.000
Cristiani
400.000
Religione principale
non ci sono dati statistici affidabili sulle forme religiose presenti nel paese
Governo
Dittatura, partito unico, ideologia ufficiale dello stato “Juche” o “nazione autarchica”

Livello di persecuzione

Violenza
11.1
Vita di chiesa
16.7
Vita civile
16.7
Vita sociale
16.7
Vita famiglia
16.7
Vita privata
16.7

Corea del Nord

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione comunista e post-comunista (molto forte)
  • paranoia dittatoriale (molto forte)

Che aspetto ha la persecuzione in Corea del Nord?

Essere scoperti cristiani è una condanna a morte nella Corea del Nord. Se non uccisi istantaneamente, i cristiani vengono deportati in campi di lavoro in qualità di prigionieri politici. Le prigioni dei campi hanno condizioni orribili e pochi credenti riescono a sopravvivere. Tutta l’intera famiglia subirà la stessa punizione. Si dice che Kim Jong-Un abbia esteso il sistema dei campi di prigionia, in cui oggi sono detenuti circa 50.000-70.000 cristiani.

In che modo le donne sperimentano la persecuzione

Porte Aperte stima che più del 30% dei cristiani che si trovano nei campi di lavoro per la loro fede siano donne. La violenza sessuale e lo stupro sono comuni durante gli interrogatori e la detenzione. Anche fuori dal carcere gli abusi sessuali sono frequenti. Circa l’80% dei nordcoreani che scappa in Cina è costituito da donne – incluse molte cristiane. Qui sono particolarmente esposte alla tratta di esseri umani o a matrimoni forzati con uomini cinesi.

In che modo gli uomini sperimentano la persecuzione

Tutti i nordcoreani sono sotto il controllo estremo dello Stato, soprattutto gli uomini adulti. Il lavoro viene assegnato dal governo e non può essere cambiato. Ad ogni individuo che abbia nel suo albero genealogico persone cristiane, viene negato ogni tipo di avanzamento lavorativo, come la possibilità di ricoprire posizioni rilevanti o la desiderata carriera militare.

La parola a “Hee Yol”

“Chiedo a coloro che da tutto il mondo hanno pregato per la Corea del Nord, di continuare a farlo affinché la nazione possa giungere al vangelo. I cittadini nordcoreani sono come schiavi ma con la luce del Signore possono essere liberati”.

Cosa è cambiato quest’anno?

Il 2021 è il ventesimo anno consecutivo che vede la Corea del Nord essere il primo paese al mondo dove i cristiani sono maggiormente perseguitati. I cristiani nordcoreani affrontano le persecuzioni in ogni sfera della vita, sia pubblica che privata.

Sebbene le autorità nordcoreane affermino che il COVID-19 abbia avuto un impatto marginale sul paese, i nordcoreani lo chiamano il “virus fantasma” perché la popolazione è così malnutrita che gli individui muoiono molto rapidamente per via del COVID-19. La pandemia ha portato una maggiore sicurezza sul confine cinese e una stretta sul mercato nero, che molti usano per sopravvivere.

Chi è più vulnerabile alla persecuzione?

Qualsiasi cristiano, in qualunque luogo della Corea del Nord, è estremamente vulnerabile alla persecuzione. Il controllo delle autorità nordcoreane si estende oltre il confine nazionale: gli agenti segreti coreani in Cina sono incaricati di trovare e rapire i cristiani nordcoreani che sono fuggiti dal paese.

In che modo Porte Aperte aiuta i cristiani nella Corea del Nord?

I collaboratori nascosti di Porte Aperte, attraverso la rete esistente in Cina, forniscono alimenti e beni di prima necessità a circa 90.000 credenti nordcoreani. Altri interventi riguardano: forniture di Bibbie, formazioni di credenti mediante trasmissioni cristiane radiofoniche, accoglienza e formazione dei rifugiati nordcoreani in Cina.

Soggetti di preghiera

  • Pregate per i credenti nascosti della Corea del Nord affinché Dio li fortifichi, provveda per i loro bisogni e li protegga.
  • Pregate per i credenti imprigionati che Dio possa consolarli e fortificarli, e che anche stando in prigione, possano ricevere la presenza e l’amore del Signore.
  • Nonostante il pericolo, abbiamo notizie di credenti che condividono l’evangelo con altri, anche nei campi di prigionia nordcoreani. Pregate affinché i credenti nordcoreani possano risplendere di luce anche nei posti più oscuri della terra.
  • Pregate che Dio possa benedire il lavoro della rete nascosta di Porte Aperte in Cina, e che possa fornire saggezza e discernimento a coloro che danno aiuto vitale e sono vicini ai credenti nordcoreani.

GALLERY

Gallery 01
Gallery 02
Gallery 03
Gallery 04
Gallery 05
Gallery 06