2017: spiegare e mobilitare!

Alla conclusione del 2016 vi scrissi che quello era stato l’anno della consapevolezza e che il 2017 sarebbe stato l’anno in cui spiegare la persecuzione e mobilitare sempre più persone in favore dei perseguitati. Per grazia di Dio così è stato. Oltre 808.000 persone di addirittura 143 paesi nel mondo hanno alzato la voce in favore dei perseguitati in Medio Oriente, firmando la nostra petizione e dandoci l’opportunità di presentarla alle Nazioni Unite.

A inizio anno esplose il caso dell’Emergenza umanitaria nel nord-est della Nigeria, con campi profughi improvvisati di cristiani lasciati praticamente a morire dalle autorità locali e dal sistema corrotto di soccorsi. Trattandosi di una delle zone più pericolose e ostili al Vangelo, come Porte Aperte abbiamo sentito la chiamata ad essere noi la risposta alle preghiere dei nostri fratelli e sorelle là: la vostra risposta materiale in donazioni per questa emergenza è stata pronta e, grazie a tanti donatori di altri paesi, abbiamo distribuito aiuti utili per mesi a oltre 15.000 famiglie nell’estremo bisogno. È stato semplicemente un miracolo!

In Italia abbiamo potuto visitare decine e decine di chiese, informando e mobilitando, mentre i nostri oltre 300 ambasciatori mantenevano un contatto con noi e la propria comunità locale. Volontari in molti campi ci hanno sostenuti, dalle traduzioni agli eventi, passando per il videoediting e il lavoro amministrativo. Migliaia di voi hanno scaricato il calendario di preghiera e ricevuto la nostra rivista, pregando e informandosi sui perseguitati.

Il 2017 è stato un anno in cui le cosiddette “fake news” (bufale) anche nel campo della persecuzione hanno bussato ai nostri cellulari (via WhatsApp) e ai nostri account social (Facebook in testa), a cui abbiamo ribattuto smascherandole grazie alla nostra rete nel campo missionario. Ma lasciatemi dire che ciò è stato possibile perché VOI avete contattato noi, dandoci l’opportunità di denunciare quelle bufale tempestivamente.

A proposito di notizie serie e valide, il 10 gennaio prossimo uscirà in contemporanea in molti paesi (anche in Italia) la nostra nuova World Watch List (2018), il report che troverete ripreso in molti giornali, radio e tv, poiché negli anni si è attestato come l’analisi più autorevole sulla persecuzione dei cristiani. Esso analizzerà quanto accaduto nel 2017 e si può già preannunciare che la persecuzione è ancora aumentata. Gli abbonati alla nostra rivista riceveranno a casa la mappa con il numero di febbraio/marzo, e fatemi dire, la riceveranno assieme a una rivista completamente rinnovata, con più storie, testimonianze e insegnamenti dalla Chiesa perseguitata.

Dunque insieme abbiamo sostenuto i perseguitati, ma anche spiegato, informato e mobilitato altri italiani in favore della Chiesa perseguitata, nella convinzione che il movimento in favore dei perseguitati sia a una svolta. La persecuzione aumenta; sempre più cristiani (oltre 215 milioni) pagano un prezzo elevato per la nostra stessa fede. La chiamata alla Chiesa italiana e mondiale è partita! E’ un cambio epocale: il più grande movimento in favore dei perseguitati sta prendendo corpo. Grazie per far parte di questo crescente, globale e vibrante movimento!

Vostro in Lui

 

 

Cristian Nani
Direttore della missione Porte Aperte

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA