India: elezioni politiche, un duro colpo per i cristiani

NELLA FOTO: Corteo di sostenitori del partito BJP

India: elezioni politiche, un duro colpo per i cristiani

La vittoria del Bharatiya Janata Party (BJP) nello stato chiave di Uttar Pradesh, in India, “sarà vista come un semaforo verde per intensificare le atrocità contro i cristiani, già provati da paura e violenza”, ha affermato Heena* nostro partner locale.

Nell’ultimo mese, infatti, i cittadini di Uttar Pradesh, Uttarakhand, Punjab, Manipur e Goa sono andati alle urne per eleggere un nuovo governo.

Il direttore dell’area Advocacy di Open Doors in Gran Bretagna e Irlanda, David L., ha riferito: “La vittoria del primo ministro dell’Uttar Pradesh Yogi Adityanath, per un secondo mandato, è un duro colpo per le speranze delle minoranze religiose di tutto il Paese. Egli è noto per aver alimentato la violenza settaria e la sua vittoria è effettivamente un voto a favore del nazionalismo indù della linea più dura. L’ideologia Hindutva – che afferma che per essere un indiano devi essere un indù – è pericolosa e potenzialmente mortale per i cristiani. Si tratta di un’ideologia contraria all’attuale costituzione dell’India, la quale sostiene la libertà religiosa e la possibilità di conversione ad altre religioni”.

L’intolleranza verso i cristiani è aumentata drammaticamente da quando il primo ministro Narendra Modi è salito al potere nel 2014, e questo ultimo risultato politico non fa altro che rafforzare le speranze del BJP di vincere le prossime elezioni parlamentari previste per il 2024. 

“Gli ultimi cinque anni sono stati pieni di lotte”, ha detto un cristiano locale. “Sono stati registrati tanti casi di false accuse per conversioni forzate da parte di leader cristiani. Inizialmente erano solo i piani inferiori della burocrazia ad alimentare la persecuzione, ma negli ultimi anni si sono visti anche alti ufficiali della polizia schierarsi dalla parte dei nazionalisti indù. La giustizia per i cristiani è stata compromessa ovunque, anche nel sistema giudiziario. La persecuzione sta aumentando, le chiese domestiche e i cristiani delle zone rurali affronteranno presto nuove ondate di persecuzione!”

L’India è attualmente alla posizione numero 10 della World Watch List, il nostro report annuale sulla persecuzione dei cristiani nel mondo.

India
Leader
Primo Ministro Narenda Modi
Popolazione
1.397.423.000
Cristiani
68.863.000
Religione principale
Induismo
Governo
Repubblica Parlamentare Federale

Livello di persecuzione

Violenza
15.6
Vita di chiesa
13.3
Vita civile
14.7
Vita sociale
12.9
Vita famiglia
12.7
Vita privata
12.7