India: “Non rinunciare mai alla fede in Gesù!”

NELLA FOTO: Bindu insieme a uno dei suoi figli (volti coperti per motivi di sicurezza)

India: “Non rinunciare mai alla fede in Gesù!”

Non rinunciare mai alla fede in Gesù!” sono state le ultime parole che Kande Munda, un cristiano indiano, ha detto a sua moglie prima di essere assassinato a causa della fede in Gesù, lo scorso 7 giugno.

Mentre la sua famiglia stava cenando, una folla si è raccolta davanti alla loro casa intimando all’uomo di uscire. Kande era cosciente del fatto che la sua vita fosse in pericolo e che quelle persone avessero cattive intenzioni. “Mi ha detto di essere forte e di non rinunciare mai alla fede in Gesù, nemmeno se lo avessero ucciso”, ci ha detto sua moglie Bindu.

E così è stato. Ora lei e i suoi 2 figli sono costretti a nascondersi. Alcune persone coinvolte nell’omicidio hanno contattato la famiglia di Bindu garantendole sicurezza, nel tentativo di farla rientrare al villaggio, ma è probabile che la vera intenzione sia quella di uccidere anche lei e i suoi figli. Dopo il funerale di Kande, il padre ha incoraggiato la vedova ad abbandonare la fede per assicurarsi la sopravvivenza, ma lei ha risposto: “Io vivrò per Gesù e morirò per Gesù, non tornerò mai indietro”.

Kande Munda lavorava come muratore. Lui e sua moglie sono stati ripetutamente perseguitati a causa della fede, anche dai loro stessi familiari. La comunità locale ha chiesto loro ingenti somme di denaro e nel 2018 la suocera non cristiana dell’uomo ha subito delle violenze che avevano l’obiettivo di scoraggiare la famiglia dal continuare a seguire Gesù. Kande e Bindu hanno vissuto sotto costanti pressioni per 2 anni prima di decidere di andarsene dal villaggio per tutelare la propria sicurezza.

Il 7 giugno 2020 Bindu e i suoi figli sono scappati velocemente dal retro della casa mentre Kande è stato preso, portato in un luogo isolato lontano dal villaggio e picchiato brutalmente fino alla morte. Persino i suoi stessi fratelli sono coinvolti nell’omicidio. Il corpo privo di vita è stato ritrovato il mattino seguente, ma nessuno ha denunciato l’accaduto alla polizia. Solo Bindu si è presentata alle autorità che però non sono intervenute, archiviando il caso come “controversia nella gestione delle proprietà” e lasciando impuniti i colpevoli.

La morte di Kande è avvenuta nel mezzo della crisi Covid-19, che colpisce in modo particolare i cristiani indiani, già spesso discriminati ed esclusi dalla distribuzione degli aiuti.

India
Leader
Primo ministro Narenda Modi
Popolazione
1.383.198.000
Cristiani
67.356.000
Religione principale
Induismo
Governo
Repubblica parlamentare federale

Livello di persecuzione

Violenza
15.4
Vita di chiesa
13.7
Vita civile
14.9
Vita sociale
13.5
Vita famiglia
12.9
Vita privata
13