Periodo preso in esame:

1 novembre 2018
31 ottobre 2019

Posizione nella WWL:

WWL 2020
Punti: 85 / Posizione: 9
WWL 2019
Punti: 85 / Posizione: 9
WWL 2018
Punti: 85 / Posizione: 10

Dati Generali

Leader: Presidente Hassan Rouhani
Popolazione: 82.821.000
Cristiani: 800.000
Religione Principale: Islam
Governo: Repubblica Islamica

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Oppressione islamica.
  • Paranoia dittatoriale.
  • Corruzione e criminalità organizzata.

Perché i cristiani sono perseguitati in Iran?

Il cristianesimo è visto come un’influenza occidentale e una minaccia. Tutti i persiani etnici sono considerati musulmani. Gli estremi livelli di pressione nelle sfere della vita nazionale e ecclesiale indicano che la pressione proviene principalmente dal governo.

È illegale produrre letteratura cristiana o tenere servizi di chiesa in persiano, la lingua locale. Un persiano etnico che lascia l’islam può essere punito con la morte, anche se ha maggiori probabilità di essere imprigionato per “crimini contro la sicurezza nazionale”.

Per quale motivo l’Iran ha cambiato posizione, all’interno della WWList?

Il paese non ha registrato alcun cambiamento

Com’è la vita per i cristiani in Iran?

I credenti di origini musulmana mantengono segreta la propria fede. Le chiese segrete, nelle case, sono monitorate e frequentemente saccheggiate e, dozzine di cristiani sono imprigionati in condizioni spaventose.

I cristiani delle chiese armene e assire sono autorizzati a praticare apertamente la loro fede, ma devono ancora affrontare discriminazioni ed è illegale per loro condividere il Vangelo con i musulmani.

Citazioni

il nome è uno pseudonimo

Darya:
“Ogni settimana nuovi credenti si uniscono a noi. Anche se sperimentiamo molte difficoltà e pressioni, ogni giorno veniamo incoraggiati perché vediamo adolescenti, giovani adulti e anziani che conoscono Cristo. È incredibile vedere come amano il Signore con tutto il cuore e quanto sono entusiasti e assetati del Signore. Dovreste davvero essere qui per vedere quanto siano pronti i cuori delle persone e quanto ne hanno bisogno”.

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Iran?

Porte Aperte sostiene la Chiesa Persiana attraverso il partenariato per le seguenti attività:
Distribuzione della letteratura biblica e cristiana (online).
Preparazione (addestramento al discepolato, addestramento alla cura dei traumi, preparazione alla persecuzione ecc.).
Iniziative multimediali cristiane per la regione.
Patrocinio.
Nelle attività sopra menzionate viene prestata particolare attenzione a specifici gruppi/target come leader (m / f), donne, (ex) prigionieri, giovani, leader giovanili e bambini.

Come pregare per la nazione

– La principale fonte di persecuzione in Iran è l’oppressione islamica. Negli ultimi anni, quasi tutte le chiese che hanno tenuto il servizio in lingua Farsi sono state chiuse e i loro leader sono stati arrestati. Pregate per i cristiani nelle carceri iraniane affinché provino un sincero amore per le loro guardie e i compagni di prigione.
– Per una famiglia musulmana, è una grande vergogna quando uno dei suoi membri lascia l’islam. Pregate per i cristiani che sono stati maledetti e rinnegati dalle loro famiglie a motivo della loro fede.

Fratello Andrea, fondatore di Porte Aperte, afferma:
“Le nostre preghiere possono andare dove noi non possiamo… Non ci sono confini, né muri di prigione, né porte che ci vengono chiuse quando preghiamo”.