Periodo preso in esame:

1 novembre 2016
31 ottobre 2017

Posizione nella WWL:

WWL 2018
Punti: 58 / Posizione: 41
WWL 2017
Punti: 63 / Posizione: 26
WWL 2016
Punti: 57 / Posizione: 35

Dati Generali

Leader: Abdul Hamid
Popolazione: 164.828.000
Cristiani: 866.000
Religione Principle: Islam
Governo: Democrazia parlamentare

Da dove viene la persecuzione  

E’ in aumento il numero dei cristiani ex-musulmani che affrontano restrizioni e difficoltà con i gruppi radicali islamici, i leader religiosi locali e le  proprie famiglie. Vi sono fatwa (n.d.t. Dispensa vincolante emanata da un’autorità religiosa musulmana) messe in atto in tutta la nazione, in special modo nelle zone rurali e vi sono richieste d’introdurre la sharia allo scopo di dimostrare che il Bangladesh appartiene alla “Casa dell’Islam”. I funzionari statali locali creano vari ostacoli ai cristiani, tuttavia il crescente numero di attacchi nel paese da parte del gruppo affiliato allo Stato Islamico ha obbligato le autorità a rigide misure per contenere questi attacchi. 

Qual è l’impatto sui cristiani? 

In Bangladesh i convertiti dall’Islam, dall’Induismo o appartenenti a una etnia o tribù subiscono le persecuzioni più severe. Spesso si riuniscono in piccole comunità familiari o in gruppi segreti per paura di attentati. Le chiese evangeliche – molte delle quali pentecostali – che operano tra la maggioranza musulmana subiscono la persecuzione, ma perfino le chiese storiche come quella cattolica devono affrontare sempre più attentati e minacce di morte. Cristiani tribali come i Santal sono doppiamente vulnerabili (appartenendo sia a un gruppo etnico sia a una minoranza religiosa) e combattono con problemi di appropriazione dei propri terreni subendo violenza diretta. 

Esempi 

  • Nel novembre 2016, più di una ventina di responsabili di chiese e di volontari hanno riferito di aver ricevuto minacce di morte. Ai primi di ottobre dello stesso anno tre preti cattolici sono sfuggiti ad attentati alle loro vite. 
  • Il 6-7 novembre 2016, circa 2500 abusivi Santal, per lo più cristiani, sono stati scacciati con violenza da un terreno conteso, nella zona di Sahebganj, dai lavoratori dello  Zuccherificio di Rangpur, con l’aiuto della polizia locale. Negli scontri sono stati uccisi tre cristiani, 30 sono scomparsi e ci sono state decine di feriti. Gli aggressori hanno anche saccheggiato le case e il bestiame degli abusivi e appiccato il fuoco a circa 600 loro case. Questo dimostra come la persecuzione possa avere anche motivi economici. 
  • Studenti cristiani sono obbligati a studiare sui libri di testo della religione di maggioranza perché il governo del Bangladesh distribuisce a tutte le scuole i libri di testo islamici lasciando gli insegnanti sprovvisti di sufficienti scorte di libri di testo cristiani da usare in classe. 
  • Ai cristiani ex-musulmani è spesso vietato l’accesso alle risorse comunitarie a causa della propria fede. A volte viene impedito loro di lavorare ed è stato riferito in un caso che la comunità ha addirittura bloccato la strada. 

Come Porte Aperte aiuta la Chiesa in Bangladesh 

Porte Aperte/Open Doors opera per mezzo di tre pilastri:  

  • Formazione ed equipaggiamento di cristiani, con enfasi particolare sull’emergente leadership della Chiesa e sui cristiani ex-musulmani   
  • Distribuzione di Bibbie e altro material cristiano  
  • Progetti di Sviluppo Socio Economico  
  • Aiuto immediato alle vittime della persecuzione
  • Preparazione alla persecuzione con i corsi ‘Resistere nella Tempesta’ (SSTS)  

Come il corpo di Cristo può pregare per il Bangladesh 

  • Pregate affinché Dio fortifichi i credenti nella fede, soprattutto i credenti nascosti, affinché possano resistere alla persecuzione senza compromettere la loro fede. Pregate per i progetti di assistenza ai cristiani bisognosi affinché siano eseguiti puntualmente.    
  • Pregate per i cristiani che hanno dovuto lasciare le loro comunità a causa della pressione per farli rinunciare alla loro fede. Pregate affinché Dio provveda ai loro bisogni spirituali, emotivi e fisici. 
  • Pregate per i cristiani che sono mentalmente e fisicamente abusati affinché abbiano una fede ferma.