Periodo preso in esame:

1 novembre 2018
31 ottobre 2019

Posizione nella WWL:

WWL 2020
Punti: 93 / Posizione: 2
WWL 2019
Punti: 94 / Posizione: 2
WWL 2018
Punti: 93 / Posizione: 2

Dati Generali

Leader: Ashraf Ghani Ahmadzai
Popolazione: 37.209.000
Cristiani: Migliaia
Religione Principale: Islam
Governo: Repubblica presidenziale islamica

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Antagonismo etnico
  • Oppressione islamica
  • Corruzione e crimine organizzato

Perché i cristiani sono perseguitati in Afghanistan?

L’ Afghanistan è una società tribale ed al suo interno essere fedeli alla propria famiglia, al proprio clan ed alla propria tribù è estremamente importante. L’ islam viene visto come parte dell’identità afgana e lasciarlo è considerato un tradimento dalle famiglie e dalla comunità. Lasciare l’islam è illegale per un afgano. Il fatto che in Afghanistan si raggiunga il punteggio massimo in 5 delle 6 sfere di persecuzione, rispecchia quanto sia impossibile in questa nazione vivere pubblicamente come cristiano.
La nazione è sempre più messa alla prova dai militanti islamici; i talebani dominano sempre più zone o lottano per assumere il controllo di un numero di aree sempre maggiore. Anche i gruppi dell’ISIS opprimono le minoranze.

Per quale motivo l’Afghanistan ha cambiato posizione, all’interno della WWList?

Il punteggio di 9.7 riferito alla violenza è diminuito rispetto al punteggio di 10.6 nella WWL 2019.Questo perché è stato più difficile reperire notizie dettagliate dalle aree governate dai ribelli. La violenza contro i cristiani rimane molto alta, ma le misure prese contro i convertiti al cristianesimo variano a seconda delle famiglie di provenienza che sono coinvolte.

Com’è la vita per i cristiani in Afghanistan?

Coloro che decidono di seguire Gesù in Afghanistan devono farlo in segreto. Chi viene scoperto rischia di essere mandato in un ospedale psichiatrico – le famiglie credono che nessuna persona sana di mente potrebbe mai lasciare l’islam. C’è anche il rischio di essere picchiati o perfino uccisi dai familiari o dai membri dei gruppi islamici estremisti, come ad esempio i talebani.

Citazioni

“Come riusciamo a sopravviviamo ogni giorno solo Dio lo sa. Lo sa perché è stato buono a rimanere con noi, ma siamo stanchi di tutta la morte che ci circonda.”

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Afghanistan?

Questi sono alcuni esempi di progetti che portiamo avanti nella regione del Golfo:

  • Ministero di incoraggiamento, preghiera e presenza.
  • Cura pastorale.
  • Alfabetizzazione
  • Distribuzione di materiale cristiano.
  • Corsi biblici.
  • Ministero per le donne.
  • Sostegno a livello locale.
  • Progetti di sviluppo socio-emotivo, ad esempio la formazione professionale.

Come pregare per la nazione

I cristiani ex musulmani subiscono forti pressioni dalle loro famiglie di provenienza, dai loro amici e dai loro vicini perché abbandonino la loro fede cristiana. A seconda della famiglia di provenienza, essi si trovano perfino a temere per la loro vita. Vivere apertamente come cristiani non è possibile. Pregate perché i cristiani afgani possano avere coraggio e protezione.

Fratello Andrea, fondatore di Porte Aperte, afferma:
“Le nostre preghiere possono andare dove noi non possiamo… Non ci sono confini, né muri di prigione, né porte che ci vengono chiuse quando preghiamo”.