Genitori Chibok


Possiamo confermare il rilascio di altre 21 delle ragazze rapite a Chibok nell’aprile del 2014, a seguito di una trattativa tra i terroristi di Boko Haram e il governo nigeriano, facilitata dalla Croce Rossa e dal governo svizzero. Tali trattative sono in atto e continueranno per un po’: molte sono le “voci” sui termini del rilascio, ma preferiamo non speculare e riportare come di consueto solo ciò che sappiamo con un discreto margine di sicurezza dopo aver sentito anche alcuni familiari di queste ragazze.


Le 21 ragazze sono state liberate nella città di Banki (nord-est Nigeria), vicino al confine con il Camerun (altra dimostrazione di come i Boko Haram siano attivi oltre i confini della Nigeria fino in Niger, Chad e Camerun appunto). Tra loro c’è chi porta in braccio un bambino: come sapete, alcune sono state forzate a sposare dei militanti di Boko Haram. E’ stata diffusa la lista dei loro nomi (nella foto vedete una riunione dei parenti delle ragazze rapite).

Confermato il rilascio di altre 21 ragazze di Chibok a seguito di una trattativa tra i terroristi di Boko Haram e il governo nigeriano, facilitata dalla Croce Rossa e dal governo svizzero.