Tagikistan
Leader
Presidente Emomali Rahmon
Popolazione
9.292.000
Cristiani
70.100
Religione principale
Islam
Governo
Repubblica Presidenziale

Livello di persecuzione

Violenza
1.1
Vita di chiesa
13.1
Vita civile
12.4
Vita sociale
11.9
Vita famiglia
12.3
Vita privata
13.9

Tagikistan

I cristiani che manifestano la loro fede e i convertiti dall’islam devono affrontare un giudizio costante. Essere Tajiki significa essere musulmani, quindi diventare cristiani porta vergogna sulle famiglie di origine.

Fonti di persecuzione (elencate in ordine di intensità):

  • Paranoia Dittatoriale.
  • Oppressione Islamica.

Perché i cristiani sono perseguitati in Tajikistan?

Il governo pone molta pressione su tutti i gruppi di “deviazione”, attraverso l’implementazione di leggi restrittive. I cristiani locali provenienti dall’islam devono affrontare persecuzioni sia da parte delle famiglie di origine, dagli amici e dalle loro comunità, sia da parte dello Stato. I cristiani russo-ortodossi solitamente non subiscono grandi problemi da parte del governo, visto che di solito non cercano di entrare in contatto con la popolazione Tajika. Le ambigue leggi sulla gioventù hanno posto i cristiani e le altre minoranze religiose in un limbo legale.

Per quale motivo il Tajikistan ha cambiato posizione, all’interno della WWList?

Il punteggio del paese è rimasto invariato rispetto all’anno passato. Quasi niente è cambiato in Tajikistan, ma molti altri paesi che si trovavano sotto il Tagikistan l’anno scorso, lo hanno superato quest’anno, questo ha spinto il Tajikistan a salire nella classifica.

Com’è la vita per i cristiani in Tajikistan?

I cristiani che manifestano la loro fede e i convertiti dall’islam devono affrontare un giudizio costante. Essere Tajiki significa essere musulmani, quindi diventare cristiani porta vergogna sulle famiglie di origine. I pochi credenti provenienti dall’islam spesso nascondono la propria fede per paura di essere puniti. I gruppi religiosi cristiani devono essere registrati, e i sermoni approvati. Ai minori di 18 anni è proibito prendere parte in attività religiose; i campi estivi sono stati proibiti.

Citazioni

Bahrom è un pastore che è stato in prigione per tre anni. Porte Aperte ha organizzato una raccolta di cartoline in suo favore. Dopo aver ricevuto le prime lettere di incoraggiamento ha detto:
“Sono davvero grato per tutti coloro che mi pensano e pregano per me e la mia famiglia. Sono grato al Padre Celeste, per il dono di questa famiglia meravigliosa. Non sono da solo in prigione: tutto ciò è meraviglioso! Grazie mille per il vostro sostegno nello scrivermi queste lettere. Grazie!”

Porte Aperte, come aiuta i cristiani in Tajikistan?

Porte Aperte fornisce aiuto immediato ai credenti dell’area quando vengono imprigionati o abbandonati dalle famiglie e dalle comunità, o privati dei messi di sostentamento o del lavoro a causa della loro fede in Cristo. Porte Aperte lavora inoltre nel rafforzamento della chiesa locale perseguitata attraverso:

  • Distribuzione di testi.
  • Supporto nella preghiera.
  • Formazione biblica.
  • Formazione per giovani e bambini.
  • Ministero per donne.
  • Patrocinio.
  • Ministero di presenza.
  • Formazione vocazionale.
  • Progetti di sviluppo socio-economico.

Come pregare per la nazione

Pregate con i convertiti del Taajikistan. La persecuzione e i problemi nelle loro vite quotidiane stanno aumentando. Pregate perché la saggezza di Dio li possa aiutare a sostenere la pressione crescente, e a rimanere fermi nella loro fede.

Il regime pone molta pressione sui gruppi “deviati” come i cristiani. Rendono le leggi ancora più restrittive, e pongono molta più pressione sulla minoranza cristiana. Pregate perché questa pressione si alleggerisca, e che il paese possa diventare più aperto alla fede cristiana.

I cristiani sono visti come estremisti per il loro praticare la religione al di fuori delle strutture approvate dallo Stato. Pregate affinché cambi la maniera in cui sono percepiti i cristiani.

GALLERY

01
02
03
04
05
06